Combatti contro l'influenza, Hurt Society?

Mani

Quando hai l'influenza, non può fare male prendere un'aspirina o un ibuprofene per controllare la febbre e farti sentire meglio, giusto? Sbagliato, dicono alcuni scienziati. Abbassare la temperatura corporea può far replicare il virus più velocemente e aumentare il rischio di trasmetterlo ad altri. Un nuovo studio afferma che ci sono almeno 700 morti extra di influenza negli Stati Uniti ogni anno perché la gente sopprime la febbre.

Di conseguenza, se hai l'influenza e stai assumendo farmaci "potrebbe essere più importante rimanere a casa perché potresti essere un rischio maggiore per gli altri", afferma David Earn, un matematico della McMaster University di Hamilton, Canada e uno degli autori del documento. Alcuni scienziati lo chiamano prematuro, comunque.

Il dibattito sul fatto che il trattamento della febbre sia buono o cattivo per i pazienti è stato latente per decenni. Gli esseri umani hanno ridotto la febbre per migliaia di anni; Ippocrate raccomandava estratti della corteccia di albero di salice, che in seguito trovò contenere acido salicilico, meglio conosciuto come aspirina; Romani, cinesi e nativi americani usavano altre piante contenenti composti simili. Ma alcune ricerche condotte negli anni '70 hanno suggerito che la febbre può effettivamente essere benefica quando sei malato, forse perché rende più difficile la moltiplicazione degli agenti patogeni e che il raffreddamento del tuo corpo può avere conseguenze negative.

Un articolo del 1975 nel Journal of American Medical Association , ad esempio, l'ha dimostrato le persone infettate da un comune virus del raffreddore chiamato rinovirus hanno liberato più particelle virali se sono state trattate con aspirina rispetto ai pazienti non trattati . Un altro studio ha trovato più virus nei nasi dei furetti infettati dall'influenza se fossero stati rasati, il che riduce la loro temperatura corporea- o trattati con antipiretici , farmaci per abbassare la febbre.

Il nuovo documento non aggiunge prove sperimentali; invece, gli autori hanno tentato per la prima volta di modellare ciò che la soppressione della febbre potrebbe significare per un'intera popolazione. Hanno stimato quanti più virus dell'influenza si liberano quando sopprimono la febbre e quanto più infettiva li rende; quindi hanno combinato questi numeri con dati sull'uso di farmaci antipiretici da parte di genitori, pazienti e infermieri. Concludono che l'attuale uso di antipiretici negli Stati Uniti porta ad almeno l'1% in più di casi di influenza, causando 700 morti aggiuntivi. La dimensione dell'effetto dipende da quanto facilmente viene trasmesso il particolare ceppo dell'influenza. Se il virus è più difficile da trasmettere, la soppressione della febbre potrebbe portare fino al 5% in più di casi e 2000 morti in più , i ricercatori segnalano online oggi nel Atti della Royal Society B .

"La conclusione non è irragionevole", dice Philip Mackowiak della University of Maryland School of Medicine di Baltimora, che ha ricercato la febbre per decenni. Ma avverte che il modello "comporta un numero enorme di ipotesi che sono solo vagamente supportate dalla letteratura medica". Ad esempio, la congettura secondo la quale la cura della febbre aumenta lo spargimento del virus dell'influenza si basa esclusivamente sullo studio del furetto. "I furetti possono essere il miglior modello per l'influenza, ma i furetti in gabbie trattate con antipiretici sono molto diversi dalle popolazioni umane", dice. E spargere più virus non significa necessariamente che le persone siano più contagiose, aggiunge Gérard Krause, un epidemiologo presso il Centro Helmholtz per la ricerca sulle infezioni a Braunschweig, in Germania. "È plausibile ma non è affatto dimostrato".

"Sulla base di questo articolo non si può concludere che trattare le persone con farmaci che abbassano la febbre sia una cattiva idea", aggiunge Walter Haas, un epidemiologo del Robert Koch Institute di Berlino. L'ipotesi che sopprimere la febbre aumenti l'infettività è incorporata nel modello, dice, "quindi non c'è da sorprendersi che sia quello che hanno inventato alla fine."

Guadagna dice che lui ei suoi colleghi hanno preso in considerazione le varie incertezze e si sono premurati di essere il più prudenti possibile nelle loro stime; non hanno nemmeno incluso l'effetto che dopo un'aspirina, le persone potrebbero avere più probabilità di uscire e incontrare persone, aumentando le possibilità di diffondere la malattia. Il messaggio principale, dice, è che gli effetti della soppressione della febbre devono essere studiati molto più attentamente.

Questo è qualcosa su cui tutti possono essere d'accordo. "È scioccante che non si sappia di più sui benefici rispetto agli effetti avversi della febbre sugli animali superiori", dice Mackowiak. E Krause trova il documento "ispiratore" perché prende il dibattito sulla soppressione della febbre dal livello individuale a quello della popolazione, a cui non aveva dato molto peso fino a quel momento.

Ma cosa significa tutto questo per te quando si scende con l'influenza questo inverno? La decisione sull'opportunità di prendere gli antipiretici dipende da te, afferma Earn. Devi solo essere consapevole che la tua decisione potrebbe influenzare anche altre persone.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..