Dono finale di un miliardario a sei centri per il cancro degli Stati Uniti

La ricerca sulle cellule staminali di Lokey presso la Stanford University ospita le ricerche condotte dal Centro per la ricerca e la medicina sulle cellule staminali del cancro di Ludwig.

Un fondo fiduciario creato dal magnate miliardario delle spedizioni Daniel K. Ludwig si conclude oggi con un botto e un regalo per la ricerca. Sei centri medici statunitensi riceveranno $ 540 milioni - $ 90 milioni ciascuno - dal fondo per finanziare studi sul cancro per sempre, o fino a quando il cancro non sarà più un problema, come specificato nel testamento lasciato da Ludwig, morto nel 1992. In tutto, il suo la proprietà ha dato 2,5 miliardi di dollari alla ricerca sul cancro dagli anni '70.

I nuovi soldi vanno ai Centri Ludwig già situati in sei istituti di ricerca d'élite: la Harvard Medical School di Boston; Johns Hopkins University a Baltimora, nel Maryland; il Massachusetts Institute of Technology di Cambridge; il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York; Stanford University in Palo Alto; e l'Università di Chicago. La fiducia di Ludwig aveva stabilito gli stessi centri nel 2006.

Il finanziamento da parte della fiducia di Ludwig è stato "una specie di radar", afferma l'oncologo Kenneth Kinzler, che, insieme a Bert Vogelstein, co-dirige il Ludwig Center di Hopkins. Questi sono tra i premi più ambiti della biomedicina, afferma Kinzler. Il denaro è tenuto in dotazione e viene fornito con poche restrizioni: solo un mandato per indagare sul cancro e trovare i modi per fermarlo. Non ci sono rapporti sui progressi o domande di rinnovo da scrivere, afferma Kinzler, che "consente di concentrarsi su ciò che si ritiene produrrà i risultati più importanti senza preoccuparsi di rispettare scadenze intermedie artificiali".

Il gruppo Ludwig cerca risultati clinici, afferma Kinzler, un obiettivo che lui e Vogelstein sostengono con forza. Senza i soldi di Ludwig, il gruppo Hopkins non sarebbe stato in grado di fare gli studi sulla genetica del cancro per cui sono famosi, osserva - per esempio, il duo ha usato sondaggi exome per identificare i geni associati a tumori del colon e della mammella .

La vastità delle doti Ludwig fa la differenza, dice l'immunologo del cancro Jedd Wolchok al Memorial Sloan-Kettering: "Permette un budget di ricerca rispettabile." Wolchok calcola che il budget del suo gruppo per la ricerca sull'immunologia del cancro raddoppierà quest'anno, aumentando di " diversi milioni di dollari "e probabilmente continuerà a crescere, grazie ai soldi guadagnati dalla dotazione. Per Wolchok, ciò significa che "possiamo passare molto rapidamente dall'ideazione alla ricerca clinica". Ad esempio, si aspetta che il suo gruppo lanci una sperimentazione clinica in 2 mesi per testare un anticorpo terapeutico sviluppato da una società giapponese che potrebbe essere utilizzata modulare le cellule T che regolano la risposta immunitaria. Il team di Memorial Sloan-Kettering ha anche una serie di studi clinici in corso per monitorare le reazioni del sistema immunitario a varie terapie del cancro, tra cui le radiazioni.

Ludwig, un amico del presidente Richard Nixon, fu un sostenitore della "Guerra al Cancro" di Nixon, che era legata alla legislazione del Congresso che ristabilì l'Istituto Nazionale per il Cancro degli Stati Uniti nel 1971. Quell'anno, il magnate della spedizione creò un gruppo indipendente in New York City, l'Istituto Ludwig per la ricerca sul cancro. L'organizzazione ha ora una dotazione di oltre 1,2 miliardi di dollari e impiega oltre 600 persone, compresi scienziati in sei paesi al di fuori degli Stati Uniti, secondo il direttore dell'istituto Edward McDermott Jr.

La filosofia che guida questa rete di ricerca, afferma McDermott, è quella che ha spinto Ludwig "nelle sue imprese personali - a trovare le persone migliori e ad affrontarle al meglio". McDermott aggiunge: "Investiamo negli scienziati, non nella scienza specifica. ... Non siamo nel business della scoperta per la scoperta. È un mezzo per un fine, che è un miglioramento dei risultati per il paziente. Quindi siamo molto impegnati a ... infrastrutture che ci permettono di portare le nostre scoperte dal banco al capezzale. "McDermott afferma che l'istituto ha sponsorizzato oltre 100 studi clinici e ne ha già avviati otto. Tutti questi si concentrano sull'immunoterapia del cancro.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..