Gli astronomi individuano un coniglietto di polvere cosmica

Cuore freddo. Le osservazioni di ALMA mostrano una massiccia nuvola di polvere, vista in rosso, al centro del resto della supernova del 1987A.

WASHINGTON DC.- Nel 1987, gli astronomi avvistarono una spettacolare supernova nella Grande Nube di Magellano, una galassia nana a 168.000 anni luce di distanza. Chiamata SN 1987A, era la supernova più vicina vista dal XVII secolo e brillava abbastanza intensamente per essere vista ad occhio nudo. Ora, osservandolo attraverso il radiotelescopio più sofisticato del mondo, gli astronomi hanno scoperto una massiccia nuvola di polvere nel cuore del resto della supernova. La scoperta, presentata qui lunedì alla 223a riunione annuale dell'American Astronomical Society (AAS), suggerisce che tali esplosioni di supernova avrebbero potuto fornire gli enormi volumi di polvere necessari per lo sviluppo delle galassie nell'universo primordiale.

La polvere può sembrare noiosa, ma per gli astronomi è piuttosto importante. Non solo la polvere è dispersa in tutto il mezzo interstellare diffuso, ma scia anche all'interno di nubi di gas molecolare. E la polvere nelle nuvole di gas aiuta a raffreddarli abbastanza da collassare nelle stelle. Quindi se l'universo non avesse così tanta polvere, sarebbe stato più difficile creare stelle e galassie. Le stelle stesse vomitano un po 'di polvere, ma all'inizio della storia cosmica, quando l'universo aveva solo tra 500 milioni e un miliardo di anni, c'erano troppe stelle in giro per averne fornito molto. Eppure doveva esserci abbastanza polvere per facilitare la nascita e la proliferazione delle galassie che iniziò non molto tempo dopo. Da dove viene tutto?

Forse supernove, per esempio Rémy Indebetouw, un astronomo con l'Osservatorio Nazionale di Radioastronomia e l'Università della Virginia a Charlottesville, e colleghi. Quando hanno addestrato la nuova matrice Atacama Large Millimeter / submillimeter Array (ALMA) in Cile sul residuo del 1987A, ALMA ha permesso loro di intravedere le regioni fredde del residuo che i telescopi sintonizzati su lunghezze d'onda visibili e infrarosse più corte non potevano vedere.

Le immagini ottiche e a raggi X del 1987A mostrano l'onda d'urto dell'evento, che si è espanso verso l'esterno dal centro sin dall'esplosione. La polvere che ALMA ha immaginato nel resto è al centro di questo anello in espansione. L'alta risoluzione del telescopio consentiva ai ricercatori di localizzare la polvere fredda con tanta sicurezza che erano convinti che la polvere si fosse formata all'indomani dell'esplosione. "Dal momento che è così bene sul ring, doveva essere fatto lì", dice Indebetouw. "Questa è la prima volta che abbiamo immaginato copiose quantità di polvere formate senza ambiguità all'interno di una supernova." I ricercatori stimano che il carico totale di polvere appena formata nel residuo sia circa il 25% più massiccio del nostro sole.

Il risultato eccita Indebetouw e altri perché supporta una teoria secondo cui le supernove possono aiutare a spiegare come l'universo sia diventato così polveroso. Una parte della polvere nel cuore del 1987A probabilmente esploderà nel residuo e nello spazio circostante, dice Indebetouw. "È difficile prevedere esattamente quanto", dice. Un po 'di percentuale sarebbe troppo poco per chiarire il mistero della polvere dell'universo primordiale, ma "se almeno un terzo di esso viene fuori, allora siamo in buona forma".

Robert Kirshner, un astrofisico dell'Università di Harvard che è stato uno dei primi a studiare 1987A in dettaglio, è colpito dal risultato. Anche se non è sorprendente vedere che elementi pesanti vengono creati nell'esplosione, dice, "è incredibile che diventino abbastanza freddi da formare polvere". Aggiunge: "Il quadro generale è che questi solidi diventano la materia per i pianeti e, dopo molto che non comprendiamo ancora, gli astronomi".

* Correzione, 8 gennaio, 10:23 am: Questo articolo originariamente affermava che la SN 1987A era la supernova più vicina vista dal 16 ° secolo. Era, infatti, il 17 ° secolo. Grazie a uno dei nostri lettori per averlo indicato.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..