Gli scienziati americani antartici continuano a vacillare dall'arresto di ottobre

Buche Il progetto di perforazione WISSARD è stato uno dei tanti in Antartide colpiti dalla chiusura del governo degli Stati Uniti.

Il Scaduta di 16 giorni del governo degli Stati Uniti lo scorso autunno è un lontano ricordo per la maggior parte degli americani. Ma il suo impatto negativo è ancora increspato dall'attuale stagione di ricerca antartica che termina questo mese. E gli scienziati polari continueranno a sentire i suoi effetti l'anno prossimo.

La chiusura, iniziata il 1 ° ottobre dopo che il Congresso non ha approvato un bilancio 2014, ha avuto un effetto domino sulla logistica presso la National Science Foundation (NSF), che spende oltre 300 milioni di dollari all'anno per sostenere gli scienziati che lavorano nel continente congelato. "Abbiamo perso un buon mese della nostra stagione normale", stima Scott Borg, capo del programma scientifico antartico della NSF. "È un costo opportunità che non puoi dare una cifra."

Un grosso problema era il cattivo tempismo dello spegnimento. Si è verificato proprio mentre NSF si stava preparando a riaprire le sue vaste risorse scientifiche nei laboratori di Antartide, siti di lancio di palloncini, stazioni di campo e simili, per l'assalto annuale di scienziati durante la breve estate australe. Senza l'autorità di spendere soldi, NSF ha dovuto invertire la direzione e iniziare a svernare quelle strutture in modo che potessero essere chiuse per un periodo indefinito. Ciò significava che non erano pronti per l'uso quando il Congresso ha finalmente approvato una misura di bilancio temporanea che consentiva alle agenzie di riaprire il 17 ottobre.

NSF stava già affrontando l'impatto del sequestro, il taglio del 5% al ​​budget di ogni agenzia entrato in vigore lo scorso marzo. Il budget di Borg per la scienza antartica si è ridotto da $ 68 milioni nel 2012 a $ 64 milioni nel 2013, ed è rimasto a quel livello sotto l'accordo temporaneo che è stato esteso fino a quando il Congresso ha approvato un bilancio definitivo per il 2014 il mese scorso.

Insieme, questi due eventi hanno creato un ostacolo che ha costretto NSF a ridimensionare il lavoro su una dozzina di progetti scientifici in corso durante la stagione in corso. E gli scienziati con altri 17 progetti sulla formazione di quest'anno hanno detto che devono aspettare fino al prossimo anno. A sua volta, il rimescolamento di quei 29 progetti in tutto ha creato un altro mal di testa logistico.

I progetti posticipati richiederanno ai responsabili del programma di attingere ad alcuni dei soldi che avevano programmato di spendere per il prossimo round di proposte di sovvenzione. E ciò renderà la competizione per i fondi rimanenti ancora più rigida del solito. Ma ci saranno nuovi premi: dopo aver sentito voci contrarie, Borg ha inviato un Lettera "Caro collega" la scorsa settimana ha detto agli scienziati che il suo programma era ancora aperto alle imprese e li incoraggiava a presentare proposte prima della scadenza del 15 aprile.

"Il punto della lettera era di dire: 'Ehi, le cose non sono poi così male'", dice Borg Scienza Insider. "Sì, stiamo affrontando alcune dure realtà fiscali, ma non vogliamo che la gente si arrenda."

Riconosce, tuttavia, che i rinvii probabilmente significheranno "che avremo un minor numero di nuove partenze il prossimo anno. Ma non siamo arrivati ​​al punto di non essere in grado di fare nulla di nuovo. "

Fortunatamente per Borg e NSF, gli scienziati dell'Antartide non sono estranei alle avversità. Anche così, l'anno scorso è stata una vera sfida per la squadra di collezionisti di meteoriti di Ralph Harvey.

Un geologo planetario della Case Western Reserve University di Cleveland, Ohio, aveva inizialmente programmato di inviare una dozzina di persone per 6 settimane a partire dalla fine di dicembre verso due promettenti siti nella gamma Miller delle Valli dell'Antartide. Sebbene il team sia finanziato dalla NASA, si affida a NSF per l'ampio supporto logistico necessario per mettere la squadra sul campo.

Il sequestro aveva già ridotto di un terzo le dimensioni della squadra di questa stagione. E dopo la chiusura, Harvey dice che "il desiderio di NSF di supportare le persone supera la sua comprensione". Con meno aerei e equipaggi disponibili, il team è stato trasportato sulle calotte glaciali in due gruppi, a 3 settimane di distanza. Anche se Harvey dice che la squadra non è mai mancata per il cibo, il carburante e gli indumenti necessari per affrontare le dure condizioni, il primo gruppo non ha avuto abbastanza sacchetti, nastri e tessere identificative per elaborare tutti i campioni di roccia che hanno trovato.

Come è successo, il bel tempo ha permesso loro di sfruttare al meglio le loro 3 settimane insieme, e il team è riuscito a riportare 330 campioni alla McMurdo Station, l'hub delle operazioni americane. Memorizzati in grandi congelatori che conservano le loro firme chimiche, le rocce vengono poi spedite al Johnson Space Center della NASA a Houston, dove vengono caratterizzate, catalogate e poi distribuite agli scienziati desiderosi di studiarle.

Ma Madre Natura aveva altri piani. Lo scorso fine settimana, una tempesta ha eliminato il molo di ghiaccio a McMurdo, impedendo alla nave di caricare i congelatori. (Fare clic qui per un account dei problemi e delle immagini del ghiacciaio.) "Quindi quest'anno non porteremo a casa nessun esemplare", spiega Harvey. "Detesto usare il termine" tempesta perfetta ", ma questa è stata l'ultima di una serie di eventi straordinari in questa stagione."

Harvey sta ora lavorando con NSF per trovare un modo per conservare i campioni a McMurdo per un anno intero. "A nessuno piace posticipare la caratterizzazione", dice. "Ma fortunatamente, non ho studenti laureati che dipendano da loro per le loro tesi."

Questo non è il caso di Ross Powell, geologo della Northern Illinois University, DeKalb. Powell è capo scienziato per il Progetto WISSARD , uno sforzo pluriennale per perforare il subglaciale del lago Whillans che scorre da sotto il continente ghiacciato nel mare di Ross. Il lavoro è stato quello di concludere questa stagione con una serie di fori profondi 800 metri perforati lungo l'intero percorso.

Il progetto richiede un supporto logistico pesante. La squadra deve percorrere 1000 chilometri dalla stazione McMurdo fino a un campo, una traversata di quasi 2 settimane con un trattore di ghiaccio. Costituiscono l'operazione di perforazione e si tuffano in quella che equivale a circa una settimana di scienza non-stop. Quindi devono fare il viaggio di ritorno.

Ma l'arresto ha messo un grosso aggancio in quei piani. A causa delle complesse esigenze logistiche del progetto, NSF ha deciso di spingere il cosiddetto progetto groundling line nella prossima stagione, lasciando 30 dei 38 membri della squadra alti e asciutti. (NSF ha fornito supporto logistico a otto scienziati dell'Università della California, a Santa Cruz, per raccogliere dati e aggiornare gli strumenti nei pozzi trivellati nelle stagioni precedenti che non si collegano al lago stesso.)

Il mese scorso, la NSF ha dato a Powell il via libera per pianificare quella che lui definisce una "versione ridotta" del progetto il prossimo gennaio. Significherebbe meno persone e consentirebbe solo uno e non tre trivelli nel lago. "Volevamo guardare alla transizione completa da radicata a piena fluttuazione", dice Powell. "Ma NSF ha detto che possiamo fare solo una buca, quindi abbiamo selezionato un punto nel mezzo".

La chiusura ha anche avuto un costo psicologico su un nuovo dottorato. lo studente Powell aveva reclutato per il progetto. Lo studente aveva già pubblicato due documenti da un progetto di carotaggio nell'Artico come parte del suo master da un'altra istituzione, dice Powell, "ed era su un vero culmine. Ma lo shock di aver cancellato questa stagione è stato così demoralizzante che ha deciso di lasciare il programma e cercare un lavoro. Era un grande studente, e mi dispiace molto perderlo. "

Borg afferma che NSF ha preso in considerazione l'impatto sugli studenti e sugli investigatori della prima infanzia nel decidere quali progetti sostenere quest'anno e quali dovrebbero essere rinviati. "Stiamo discutendo con tutti e 17 i PI su come andare avanti l'anno prossimo", aggiunge.

Sebbene Borg stia ancora aspettando di sapere quale sarà il suo budget per l'anno fiscale 2014, che si concluderà a settembre, spera che si avvicini al livello del 2012.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..