I batteri intestinali possono causare artrite reumatoide

Sentimenti intestinali I batteri intestinali possono addestrare il sistema immunitario ad attaccare le articolazioni.

I batteri che vivono nel tuo intestino sono una benedizione mista. Gli scienziati hanno saputo per decenni che questo cosiddetto microbiota ci aiuta a digerire il cibo ea scovare germi infetti. Anche i bug sono stati implicati in allergie e obesità . Ora, un nuovo studio aggiunge un'altra potenziale malattia alla lista: l'artrite reumatoide.

"È stato sospettato per anni e anni, sia nell'uomo che nel modello animale, che lo sviluppo di malattie autoimmuni come l'artrite dipende dal microbiota intestinale", afferma l'immunologa Diane Mathis della Harvard Medical School di Boston. Ora, dice, questi sospetti stanno iniziando a essere confermati negli umani. "È una scoperta molto sorprendente."

L'artrite reumatoide è una malattia misteriosa. Può colpire a qualsiasi età, in genere a partire da adulti giovani e di mezza età e causando articolazioni dolorose e rigide nelle mani e nei piedi. Può anche distruggere ossa e cartilagine e danneggiare organi come polmoni e reni. Gli scienziati non sono sicuri di ciò che causa l'artrite reumatoide, ma sanno che si tratta di una malattia autoimmune, il che significa che il sistema immunitario del corpo sta attaccando i suoi stessi tessuti. Ed è qui che entrano i batteri intestinali.

I batteri dell'intestino hanno una relazione complessa con il nostro sistema immunitario. Dobbiamo essere in grado di tollerare i microbi utili pur riconoscendo e combattendo gli invasori. L'immunologo Dan Littman della New York University sapeva che i microbi intestinali sono importanti per lo sviluppo di un particolare tipo di cellula immunitaria che i suoi studi di squadra, noti come cellule Th17. I topi allevati in condizioni sterili producono pochissime di queste cellule e il suo gruppo aveva precedentemente scoperto che i topi acquistati da un fornitore avevano più cellule Th17 di quelle provenienti da un altro fornitore. La differenza risultò essere dovuta ai microbi intestinali dei roditori.

Quando Littman ha presentato quel risultato a una conferenza diversi anni fa, Mathis, che era tra il pubblico, gli ha detto di aver visto un cambiamento nei suoi animali da laboratorio quando sono stati trasferiti in un laboratorio in una città diversa. Invece di sviluppare spontaneamente una versione del mouse di artrite, sono rimasti sani. Littman e Mathis hanno collaborato per scoprire perché e rintracciato la differenza a un particolare tipo di batterio che, quando presente nell'intestino, forma il sistema immunitario per produrre cellule Th17, che a loro volta rilasciano molecole che causano infiammazione e danni alle ossa in artrite.

Littman si chiedeva se l'artrite reumatoide nell'uomo potesse anche essere dovuta a specifici microbi intestinali. Il suo team ha testato campioni fecali (che riflettono la popolazione di batteri intestinali) da 114 residenti nell'area di New York City. Alcuni soggetti erano sani; altri avevano vissuto con l'artrite reumatoide per anni; altri ancora avevano l'artrite psoriasica, una diversa malattia autoimmune le cui cause sono anche sconosciute; e alcuni erano stati diagnosticati di recente con artrite reumatoide. I membri di quest'ultimo gruppo erano particolarmente importanti perché, sebbene avessero l'artrite reumatoide, non erano ancora stati trattati per questo. In questo gruppo, un batterio chiamato Prevotella copri era presente nel 75% degli intestini dei pazienti , i ricercatori segnaleranno online domani a eLife . P. copri è apparso solo nel 37% dei pazienti con artrite reumatoide o psoriasica e nel 21% dei controlli sani. Questo ultimo numero è simile alla prevalenza di P. copri che studi precedenti hanno trovato nella popolazione generale nei paesi industrializzati.

"Il fatto di essere in grado di associare un batterio a una patologia è notevole", afferma Yasmine Belkaid, immunologa dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive di Bethesda, nel Maryland, che non è stata coinvolta nel lavoro.

Ma i risultati non sono sufficienti per condannare P. copri come la mente dietro l'artrite reumatoide, nota. Gli autori non possono dare eticamente il batterio a soggetti sani, quindi non possono provarlo P. copri causato l'artrite nei pazienti, solo che il batterio e la malattia tendono a verificarsi insieme. La genetica e altri fattori ambientali, come il fumo, sono stati associati all'artrite reumatoide, quindi anche se P. copri è il colpevole, non necessariamente agisce da solo. "Il prossimo passo è essere in grado di capire quanto siano causali questi microbi", dice Belkaid. Ciò richiederebbe l'osservazione dei microbi delle persone e l'attesa di vedere chi sviluppa la malattia.

Per costruire il suo caso contro il batterio, la squadra di Littman ha dato un ceppo cresciuto in laboratorio P. copri ai topi e guardavo cosa succedeva nelle budella dei roditori. P. copri ha preso facilmente dimora e i ricercatori hanno scoperto che i topi sviluppavano un aumento dell'infiammazione, specialmente nell'intestino. Non hanno avuto l'artrite, forse perché il ceppo di P. copri era diverso da quello umano, ma Littman afferma che l'infiammazione dell'intestino corrobora l'idea che i microbi intestinali stiano spronando le cellule immunitarie a svilupparsi e che quelle cellule escano e conducano un attacco su altre parti del corpo.

Questa è la possibilità più eccitante, dice Mathis. Ma, spiega, non si possono escludere altre ipotesi. È possibile che il sistema immunitario dei pazienti affetti da artrite lo consenta P. copri crescere senza controllo, o forse un terzo fattore influenza indipendentemente sia i microbi sia il sistema immunitario. L'artrite reumatoide, dice Littman, sembra avere diversi fattori scatenanti l'ambiente, ma come e se si combinano non è ben compreso.

Le scoperte, dice Mathis, aprono la possibilità di nuove terapie per prevenire o curare l'artrite reumatoide. Gli attuali trattamenti per la malattia comprendono farmaci con effetti collaterali spaventosi: Remicade, ad esempio, sembra aumentare il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro e gravi infezioni. Forse P. copri potrebbe essere attaccato con antibiotici, dice Littman, o affollato di pillole probiotiche piene di batteri buoni. In entrambi i casi, i pazienti potrebbero un giorno essere in grado di alleviare il loro dolore articolare concentrandosi sulle loro viscere.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..