I pennacchi di vapore acqueo scoppiano da Europa

Stai indietro! Geyser di vapore

Europa, un satellite jovico ghiacciato che ha a lungo affascinato sia gli scienziati che gli scrittori di fantascienza, è diventato un po 'più interessante. I dati raccolti dal Telescopio Spaziale Hubble suggeriscono che pennacchi di vapore acqueo di centinaia di chilometri di altezza, possibilmente originati da un oceano sottosuperficiale, fuoriescono dal polo sud della luna. Il fenomeno è simile agli spray di particelle di ghiaccio che emanano dalla luna saturnea Encelado quasi un decennio fa.

Gli atomi di ossigeno e idrogeno emettono o assorbono determinate lunghezze d'onda della luce ultravioletta. Se questi segni rivelatori appaiono insieme alla luce di un oggetto lontano, suggeriscono che potrebbe essere presente del vapore acqueo, spiega Lorenz Roth, un planetario astronomo del Southwest Research Institute di San Antonio, in Texas. Così, alla fine del 2012, nella speranza di individuare i pennacchi di vapore, lui e i suoi colleghi hanno usato il telescopio spaziale Hubble per osservare Europa alla luce ultravioletta. L'ossigeno è spesso presente nell'atmosfera tenue di Europa, e talvolta è più concentrato nello spazio sopra l'emisfero sud della luna, dice Roth. Ma per un lungo intervallo durante le osservazioni, il team ha individuato le emissioni di idrogeno (a una lunghezza d'onda di 121,6 nanometri) nella stessa regione. Poiché la superficie del satellite è coperta di ghiaccio, le osservazioni più chiare sono venute da alcune parti dei presunti pennacchi che si stagliavano contro lo spazio piuttosto che contro la luna stessa.

Quel soffio di idrogeno, che apparentemente durò non più di 7 ore, esplose quando Europa era più lontana da Giove nella sua orbita , i ricercatori riferiscono oggi a San Francisco durante la riunione autunnale della American Geophysical Union e online in Scienza . Pennacchi intermittenti e di breve durata di vapore acqueo, possibilmente fino a 200 chilometri di altezza, sono la migliore spiegazione per le osservazioni, sostengono i ricercatori.

Il tempismo orbitale dei pennacchi, probabilmente non a caso, è lo stesso di quello di Encelado, dice Roth. Gli spruzzi di ghiaccio di quella luna sono più profusi quando Encelado è il più lontano da Saturno nella sua orbita. Molto probabilmente, hanno suggerito gli scienziati, la flessione delle maree indotta dalla superficie ghiacciata della luna fa sì che le crepe nelle regioni polari si aprano più largamente mentre il satellite è il più lontano dal suo pianeta madre, ma si serra in altre occasioni. Non è chiaro se i pennacchi di Europa, come quelli su Encelado, siano innescati da superfici ghiacciate di una frattura superficiale che si sfregano tra loro - in qualche modo affini ai lati di una faglia tettonica che si sfiorano l'un l'altro - o se rappresentano il vapore acqueo che sputa dall'oceano sottosuolo dell'Europa attraverso strette fessure nel ghiaccio polare della luna a velocità supersoniche, dice Roth.

La nuova scoperta "è molto eccitante", afferma Geoffrey Collins, scienziato planetario al Wheaton College di Norton, nel Massachusetts. "Non sono sicuro che questo articolo accluda il caso di Europa plumes, ma puoi scommettere che ispirerà molti lavori di follow-on." Tuttavia, osserva: "Se i pennacchi sono reali, questo dimostra che Encelado non è è l'unica luna ghiacciata in cui ciò accade. ... La somiglianza tra Europa e il terreno polare sud su Encelado mi ha sempre colpito, quindi forse non dovrebbe sorprendere se condividono più cose in comune che non solo. "

Christophe Sotin, uno scienziato planetario del Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California, definisce i nuovi risultati "abbastanza convincenti". Ma è importante notare, dice, che ciò che è stato scoperto è la prova di singoli atomi di idrogeno e ossigeno. Per dimostrare che quegli atomi sono legati insieme in vapore acqueo o una sostanza simile, sarebbero necessarie osservazioni ad altre lunghezze d'onda.

Se i pennacchi di vapore di Europa sono confermati da più osservazioni, "ciò cambierebbe il tipo di strumenti che vorresti installare su future sonde sulla luna", continua Sotin. In particolare, i sensori che potevano analizzare la composizione chimica dei pennacchi, a distanza o campionando il materiale mentre sfrecciava attraverso il vapore, potevano fornire spunti approfonditi sui processi chimici che avvengono su o in profondità sotto la superficie ghiacciata di Europa.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..