I ricercatori della NASA "Planetary Science Shift Rattles"

Scuotimento planetario. La NASA sta ristrutturando parte di un programma che si concentra sullo studio di pianeti come Saturno, visto qui in un'immagine ripresa all'inizio dell'anno dalla sonda Cassini della NASA.

Jim Green, capo della divisione di scienze planetarie della NASA, ha scioccato le cose per gli scienziati planetari questa settimana annunciando una ristrutturazione che cambierà il modo in cui i fondi della divisione concedono le proposte. Il cambiamento ha attirato le critiche di alcuni ricercatori, che affermano che rischia di ritardare i finanziamenti per i loro progetti fino a un anno e potrebbe mettere fuori lavoro. Uno dei critici più feroci della ristrutturazione, ironia della sorte, è il co-autore di un rapporto che Green dice raccomandato il cambiamento in primo luogo.

Il cambiamento causerà difficoltà ad alcuni scienziati, riconosce la NASA. Ma Green dice che l'agenzia si sta preparando a fornire fondi ponte per accogliere coloro che potrebbero trovarsi di fronte a un deficit di finanziamento.

La posta in palio è di $ 210 milioni che la divisione distribuisce ogni anno in borse di studio per consentire ai ricercatori di dare un senso ai dati raccolti dalle missioni planetarie. Poiché ciascuna di queste sovvenzioni viene generalmente concessa per 3 anni, la divisione assegna nuovi premi pari a circa un terzo del budget, $ 70 milioni ogni anno. Ora, la divisione mette a disposizione inviti a presentare proposte a intervalli regolari durante l'anno su circa due dozzine di argomenti ristretti come la cosmochimica e l'astronomia planetaria.

In una riunione del municipio virtuale di martedì, Green ha annunciato 12 di queste aree di programma attuali più strette saranno ora sostituite da cinque categorie tematiche: i mondi emergenti, i sistemi del sistema solare, i mondi abitabili, l'esobiologia e le osservazioni del sistema solare. Green afferma che questi temi sono stati identificati come aree fondamentali di indagine nella rivista decadale 2010 delle scienze planetarie delle Accademie nazionali.

"La ristrutturazione consiste nel fare in modo che la comunità si concentri sugli obiettivi scientifici fondamentali", afferma Green Scienza Insider. "Ci consente di prendere le nostre risorse limitate e applicarle agli obiettivi che le migliori menti della comunità hanno definito." Allo stesso tempo, afferma Green, la ristrutturazione non riduce le opportunità di finanziamento. Ad esempio, coloro che hanno precedentemente chiesto sovvenzioni in risposta a una chiamata sul tema della cosmochimica saranno ora in grado di applicarsi nei mondi emergenti e nei sistemi solari. La NASA aprirà i nuovi temi per la competizione, uno alla volta, a partire da febbraio 2014.

Tuttavia, il cambiamento interromperà il ritmo degli inviti a presentare proposte a cui la comunità è stata abituata. I più colpiti possono essere quelli che lavorano su argomenti come la geologia planetaria e la geofisica e le atmosfere planetarie, che ora sono stati raggruppati nel tema del funzionamento del sistema solare. Questo tema - secondo un calendario elaborato dai funzionari della NASA - sarà l'ultimo dei cinque temi da aprire alla competizione, e ciò avverrà a febbraio 2015. Ciò significa che gli scienziati che lavorano su determinati argomenti, che si stanno preparando ad applicare per il finanziamento all'inizio del prossimo anno, secondo il vecchio calendario, non sarà in grado di applicare fino a febbraio 2015.

Ecco perché alcuni ricercatori si sono scagliati contro la ristrutturazione su Twitter e nel blogosfera . Uno dei critici più vocalici è Mark Sykes, direttore del Planetary Science Institute di Tucson, in Arizona. Sykes dice che il cambiamento che Green ha fatto è sconsiderato perché non tiene conto dell'impatto sulla forza lavoro. "Ci sono molte persone i cui programmi di ricerca e stipendi dipendono dal proporre con successo a diversi programmi importanti nel 2014", afferma Sykes. "Hanno appena appreso che non ci saranno opportunità per questi programmi fino al 2015. Ho avuto diverse persone che mi hanno detto che se non ci fosse una regolare ... chiamata al tempo regolamentare nel 2014, dovranno cercare un altro impiego in un anno . Ci sono postdocs le cui posizioni stanno finendo il prossimo anno, chi avrebbe applicato a questi programmi per iniziare come scienziati planetari indipendenti. Devono trovare qualcos'altro da fare ".

Green dice di essere sorpreso dalle critiche di Sykes perché la ristrutturazione è stata fatta, in parte, su una raccomandazione di un rapporto che Sykes ha scritto insieme a un altro co-autore nel 2011. "[M] uno dei programmi di ricerca e analisi si sovrappongono" il rapporto ha detto . "Poiché il carico di lavoro della comunità scientifica e degli ufficiali del Programma NASA è aumentato notevolmente nell'ultimo decennio per quanto riguarda la preparazione, revisione e implementazione delle proposte, la Divisione di Scienze Planetarie dovrebbe considerare di consolidare i programmi per eliminare le sovrapposizioni come parte della strategia di gestione del portafoglio. ”

Sykes afferma che Green sta citando in modo selettivo il rapporto, il che raccomandava che qualsiasi consolidamento venisse eseguito solo dopo un'attenta analisi da parte dello staff senior della NASA. E quello, dice Sykes, non è stato fatto. "Non ho alcun problema con il concetto di realizzare benefici dalla riorganizzazione dei programmi", dice Sykes Scienza Insider. "Tuttavia, Jim [Green] continua a ignorare il fatto che abbiamo detto che dovrebbe essere fatto nel contesto di una Revisione Senior. La ricerca e l'analisi sono troppo importanti per essere trattate con la stessa disinvoltura della NASA ".

Sykes dice che il risultato netto della ristrutturazione potrebbe essere che la comunità vedrà un calo delle sovvenzioni nel prossimo anno. In altre parole, la ristrutturazione è un modo furbo per risparmiare denaro.

Green dice che non è assolutamente vero. "Non lo sto facendo per risparmiare soldi", dice. "Non ho intenzione di restituire alcuno dei $ 70 milioni al tesoro." Avere meno categorie ridurrà il tempo necessario alla NASA per valutare le proposte, aggiunge, e ciò garantirà che i candidati che scrivono proposte vincenti verranno finanziati di più velocemente.

Green riconosce che il cambiamento renderà la vita difficile ad alcuni nella comunità che sono stati abituati a scrivere proposte in un certo periodo dell'anno e a pianificare le loro attività di ricerca in base a quando si aspettano che i fondi arrivino. "Ora lo abbiamo sconvolto, ma non possiamo davvero arrivare fino a quel livello o diventeremmo pazzi", dice. Green dice che la divisione sarà pronta a fornire fondi di bridge per ospitare coloro che sono influenzati negativamente dal nuovo calendario.

Il cambiamento era atteso da tempo, insiste Green, sottolineando che sta semplicemente chiedendo alla comunità di affrontare la sfida di affrontare le questioni più importanti in modi fondamentali piuttosto che fare scienza incrementale. "Se non lo facessi, non seguirei le raccomandazioni delle Accademie nazionali", dice. "E se non lo facessi, dovrei essere licenziato."

Loading ..

Recent Posts

Loading ..