Il presidente merlato cerca un nuovo percorso per l'accademia russa

Vladimir Fortov

La comunità scientifica russa è in agitazione. Il mese scorso, la potente Accademia Russa delle Scienze (RAS) è stata costretta a fondersi con due Accademie sorelle che servono ricerca medica e agricola. La legge sulla riforma che cambia in movimento ha anche creato un'agenzia federale per le organizzazioni scientifiche (FASO) che supervisiona le accademie e le loro attività. Il presidente Vladimir Putin ha detto che le riforme restituiranno lustro a un establishment scientifico malato. Altri affermano di vedere le macchinazioni di individui nel circolo ristretto di Putin intenzionati a danneggiare l'accademia o a spogliarla dei suoi $ 10 miliardi stimati in proprietà immobiliari.

In un'intervista con Scienza Insider, il presidente del RAS Vladimir Fortov, 68 anni, un esperto fisico del plasma, critica come le riforme siano state imposte alla comunità scientifica e difende la sua strategia di cooperazione con gli avversari dell'accademia piuttosto che affrontarli. Le sue risposte sono state modificate per brevità e chiarezza.

D: Perché il governo sta riformando RAS?

V.F .: Le riforme stavano accadendo all'Accademia delle scienze russa, ma non erano così evidenti alla società e ai leader del paese. Ecco perché la leadership ha introdotto il suo piano d'azione. Era il piano per riforme più rapide e più radicali, senza consultazioni appropriate con gli scienziati. Per il governo, sembrava più appropriato integrare le accademie in un quadro generale che corrispondesse alle loro idee su ciò che è moderno.

C'erano, naturalmente, ragioni per introdurre cambiamenti nell'Academy of Sciences; li abbiamo visti, e subito dopo le [mie] elezioni come presidente dell'accademia abbiamo iniziato a occuparci di loro. Perché una riforma è stata imposta a noi in quel momento? A mio avviso è stato un errore affidarsi alle opinioni di alcuni burocrati interessati ma non alle opinioni degli scienziati.

D: Per legge, il mese scorso RAS si è fusa con altre due accademie scientifiche. RAS ha cessato di esistere?

V.F .: L'8 febbraio l'Accademia delle scienze russa ha celebrato il suo 290 ° anniversario. Potrà festeggiare il suo 300 ° anniversario tra 10 anni? Molto dipende dall'interpretazione e dall'attuazione della legge sulla riforma.

Poiché gli istituti di ricerca di RAS sono stati trasferiti alla FASO, il compito dell'Accademia è quello di preservare il loro potenziale di ricerca. Ma da un punto di vista realistico, bisogna ammettere che in futuro il corpo totale degli istituti di ricerca potrebbe essere diminuito.

D: Quando tutto questo sarà risolto, quale altro paese assomiglierà alla Russia in termini di organizzazione della ricerca scientifica? Stai cercando un modello?

V.F .: Ho paura che sia un modello così tanto tempo fa descritto da Nikolaj Gogol, noto scrittore russo nel suo dramma Zhenitba , che significa matrimonio, quando la sposa ha un dilemma di una scelta tra gli sposi. Oggigiorno, in Russia, c'è una tendenza alla moda di prendere in prestito elementi superficiali dall'estero e di non prestare sufficiente attenzione alla sostanza.

D: Come saranno governate le accademie accorpate?

V.F .: Ora, sono il presidente di una nuova Accademia Russa delle Scienze che ha unito le tre ex accademie: la RAS principale, l'Accademia russa delle scienze agricole e l'Accademia russa delle scienze mediche. Stiamo preparando la prima riunione generale dell'accademia, che si terrà a fine marzo. L'assemblea generale adotterà gli statuti che chiariscono la gestione di RAS.

D: Come ti senti riguardo alle disposizioni della legge per abolire il grado di corrispondente accademico?

V.F .: Siamo riusciti ad evitare la proposta originale nel progetto di legge, che era un semplice schema di conversione dei membri corrispondenti agli accademici [membri a pieno titolo]. I membri corrispondenti dovranno sottoporsi alle elezioni prima che diventino membri a pieno titolo. Tuttavia, lo status accademico è già stato svalutato da un numero crescente di accademici. Sembra che tu abbia acceso una macchina per stampare soldi e fabbrichi tre volte più denaro di quanto giustificato. Naturalmente, questa valuta ha meno valore.

D: C'è molta discussione su come gli scienziati negli istituti RAS saranno interessati dalle considerazioni sulla fusione e sul budget. Quale percentuale dei 55.000 scienziati di RAS che anticipi perderà la sua posizione nel 2014?

V.F .: Le questioni relative alla riduzione del personale sono oggi al di fuori dell'ambito di RAS e almeno nel prossimo futuro non saranno prese in considerazione da RAS.

D: Pensi che le riforme scateneranno una fuga di cervelli dalla Russia?

V.F .: Non c'è dubbio che sarà seguito da una fuga di cervelli. Lo abbiamo già sentito soprattutto tra i giovani.

D: Hai detto che sei pronto a collaborare con il regista FASO Mikhail Kotyukov. Tuttavia, alcuni osservatori sostengono che dovresti assumere una posizione più aggressiva per combattere per il futuro di RAS. Come rappresenterai gli interessi degli scienziati dell'accademia nelle prossime settimane difficili?

V.F .: Noi, come scienziati, siamo ben consapevoli della teoria dei giochi matematici e comprendiamo quali strategie potrebbero portare a una vittoria o almeno a un pareggio, e quale di esse perderà indubbiamente. Le strategie aggressive si rivelano vincenti solo in un caso, cioè se si dispone del vantaggio multiplo della forza. Altrimenti, è più ragionevole usare le negoziazioni, cioè le strategie cooperative. Affrontare e cambiare le strategie a seconda del successo o del fallimento nella risoluzione dei singoli problemi è andare di male in peggio. Ecco perché, avendo soppresso le nostre emozioni, noi insieme al Presidio del RAS abbiamo scelto la nostra linea di condotta, e molti scienziati e membri dell'accademia ci hanno sostenuto. Continuo ad attenermi e ritengo che abbia preso decisioni valide. Sono convinto che negli ultimi sei mesi siamo riusciti a ottenere per gli scienziati accademici più di quello che si sarebbe potuto ottenere da uno o due attacchi aggressivi.

D: In che misura le direzioni della ricerca continueranno a essere decise dai ricercatori? Gli scienziati dell'Istituto di matematica di Steklov, ad esempio, affermano che una nuova direttiva stabilisce che i loro campi di ricerca saranno limitati alla finanza, alla biologia molecolare e ad altri campi applicativi. Le aree che la Steklov ha guadagnato fama per la geometria, la topologia e l'algebra, ad esempio, non riceveranno più supporto. Qual è la tua comprensione di questo problema e quale leva avrai nel nuovo sistema?

V.F .: È una delle domande più complicate e urgenti. Vedremo come funzionerà nella pratica. Ma secondo la salute generale dell'economia, il sostegno finanziario della scienza difficilmente tende a salire. Quindi alcune direzioni ne soffriranno.

D: Con il senno di poi, c'è qualcosa che vorresti aver fatto negli ultimi mesi che avrebbe potuto portare a una prospettiva più ottimista per RAS?

V.F .: Ci auguriamo di aver preparato più seriamente e attentamente le connotazioni legislative della legge, di richiedere negoziati formali e un resoconto scritto dei risultati dei negoziati. Gli accordi verbali funzionano male nella Russia di oggi.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..