L'antico gatto può rimodellare l'albero genealogico felino

Un'antica specie felina, scoperta dal più antico fossile di grossi felini fino ad oggi (cranio, inserto), era simile al leopardo delle nevi e potrebbe colmare una lacuna importante nell'albero genealogico del gatto.

I primi grandi felini del mondo potrebbero essere sorti milioni di anni prima di quanto si pensasse in precedenza. Questa è la conclusione che i ricercatori stanno attingendo da una specie di felino appena scoperta, simile al leopardo delle nevi di oggi, che viveva nell'antica Himalaya. Sebbene la creatura non abbia discendenti vivi, potrebbe costringere i ricercatori a ripensare all'albero genealogico del gatto.

Molte delle nostre conoscenze sull'origine dei gatti antichi provengono dal DNA di quelli viventi. In un ampio studio del 2006, i ricercatori hanno fatto un abbozzo del storia evolutiva delle pantherine , il lignaggio che include le tigri, leoni, leopardi e giaguari di oggi. Hanno usato la sovrapposizione tra le sequenze di DNA delle specie moderne per tornare indietro quando i vari lignaggi dei gatti probabilmente divergevano. Secondo questa immagine, la prima pantheon si è evoluta da un antenato sconosciuto, probabilmente vivendo in Asia centrale, da 10 milioni a 11 milioni di anni fa. Ricerche successive suggerirono che la stirpe dei grandi felini non cominciasse a ramificarsi in altre specie-antenati delle moderne tigri, ad esempio, fino a circa 2 milioni di anni fa.

Ma i paleontologi sono stati riluttanti ad accettare questa immagine basata sul DNA, dice Julie Meachen, un paleontologo vertebrato alla Des Moines University specializzato in carnivori. "Vogliamo effettivamente vedere il fossile", dice. Fino ad ora, i più antichi fossili di Pantina erano denti di 3,8 milioni di anni e frammenti di mascelle e crani trovati nell'Africa orientale, non in Asia.

Per 8 anni, il paleontologo vertebrato Z. Jack Tseng dell'American Museum of Natural History di New York ha fatto parte di una squadra alla ricerca di fossili nel freddo e asciutto altopiano tibetano, un paesaggio che ricorda ricorda le calanche del Sud Dakota. Nel 2010, il gruppo ha scoperto uno spot ricco di fossili in un'area chiamata Zanda Basin: 120 frammenti di oltre una dozzina di specie di mammiferi sono stati stipati in circa un metro quadrato di terreno.

Tra gli arti di antilopi estinte, cavalli e rinoceronti, i ricercatori hanno scoperto alcuni rari frammenti - un cranio, diverse mascelle e denti - che sembravano appartenere a una specie di gatto. Basandosi sulla geografia della zona, sospettavano che sarebbe stato un parente del leopardo delle nevi adattato a freddo in modo univoco. Ben presto scoprirono che i frammenti provenivano da almeno tre individui di una specie mai vista prima che risaliva da 4 a 6 milioni di anni, più antica della più antica scoperta africana.

In un documento pubblicato online oggi nel Atti della Royal Society B , Tseng e i suoi colleghi presentano Panthera blytheae , intitolato alla figlia di avidi sostenitori del Museo di Storia Naturale della Contea di Los Angeles, con la quale molti degli autori sono affiliati. La creatura, che credono essere una specie sorella del leopardo delle nevi , era un nano rispetto ai leoni e alle tigri moderni. Con un peso stimato di circa 20 chilogrammi, era circa il 10% più piccolo del leopardo delle nevi. Ma sembra condividere alcune delle caratteristiche di questo carnivoro che dimora a lungo, come una fronte ampia, che si ritiene rappresenti una cavità sinusale espansa in cui l'aria gelida dell'Himalaya si riscalda a ogni inspirazione.

La scoperta dell'Himalaya è "una bella sorpresa", dice Andrew Kitchener, un mammifero del Museo nazionale scozzese di Edimburgo, la cui squadra ha scoperto un primitivo membro del lignaggio della tigre in Cina nel 2011. "Ci ha dato una nuova parte del mondo per guarda l'evoluzione della discendenza dei grandi felini ".

Il gruppo ha costruito un nuovo albero evolutivo combinando le caratteristiche fisiche del blytheae ossa con caratteristiche di altri fossili, oltre a dati del DNA di specie viventi. La sua analisi respinge l'emergere di grandi felini a circa 16,4 milioni di anni fa. Questo numero ha un ampio margine di errore, Tseng avverte. Ma ancora più importante, dice, da 6 milioni di anni fa (quando la ricerca precedente sosteneva che i grandi felini non si erano ancora diversificati), almeno tre distinti filari probabilmente vagavano in Asia: uno contenente P. blytheae e il leopardo delle nevi, uno contenente il leopardo nebuloso, e un altro che conduce alla tigre moderna. (Gli antenati di giaguari e leoni probabilmente sono sorti più tardi.) Il team suggerisce che quando si spostavano le placche tettoniche costringevano l'Himalaya verso l'alto, molti mammiferi - compresi, secondo il loro nuovo albero, le pantera emergenti - diversificate in questo rifugio innevato. Alcune specie si sono poi diffuse in tutto il continente durante l'era glaciale pleistocenica.

La ricerca fornisce un nuovo supporto all'idea che i primi grandi felini irradiati dall'Asia centrale, dice William Murphy, un genetista molecolare della Texas A & M University di College Station e un autore dello studio del 2006. Ma è scettico sull'affermazione che P. blytheae è una specie sorella del leopardo delle nevi. Con solo pochi pezzi dello scheletro, il gruppo ha determinato questa relazione usando un numero limitato di caratteristiche sottili di denti, cranio e mascella, dice, che potrebbero non essere affidabili.

"È possibile che questa specie fossile possa avere una discendenza più profonda nel mondo Panthera albero ", dice, nel qual caso non facevano parte della più recente diversificazione che Tseng ei suoi colleghi collegano alla crescente Himalaya. Piuttosto che essere annidato tra i lignaggi che hanno portato ai gatti dei nostri giorni, potrebbe essere stato un outlier, il che ha avuto l'effetto di evolvere le caratteristiche del leopardo delle nevi per sopravvivere nella parte superiore del mondo. Se P. blytheae in realtà appartiene da qualche altra parte all'albero, questo cambierebbe le stime per le suddivisioni importanti nella discendenza dei grandi felini. L'unico modo per chiarire queste relazioni: scavare fossili più completi.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..