L'India si unirà alla caccia per le onde gravitazionali

Braccio lungo del LIGO. Il rilevatore di Hanford.

NUOVA DELHI- L'India intende ospitare una struttura chiave in uno sforzo internazionale per individuare le onde gravitazionali, il primo ministro Manmohan Singh annunciato lunedì all'Indian Science Congress di Jammu.

Operativo dal 2002, il Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (LIGO) consiste di sofisticati interferometri ottici situati a 3000 chilometri l'una dall'altra, a Hanford, Washington, e vicino a Livingston, in Louisiana. Gli strumenti hanno lo scopo di misurare i cambiamenti appena percettibili delle lunghezze dei bracci di 4 chilometri in ogni struttura risultanti da increspature nello spazio-tempo derivanti dal passaggio delle onde gravitazionali. Albert Einstein postulò l'esistenza delle onde come conseguenza della teoria generale della relatività. LIGO finora non è riuscito a rilevare le onde, così come due rilevatori europei, GEO600 e Virgo.

Per aumentare la sensibilità, la US National Science Foundation (NSF) ha finanziato un upgrade di $ 205 milioni della strumentazione di LIGO. Quasi completati, i miglioramenti Advanced LIGO dovrebbero rendere i rivelatori 10 volte più sensibili alle onde gravitazionali, sostengono i sostenitori. Nell'agosto 2012, l'organismo di supervisione della NSF, il National Science Board, autorizzò i funzionari della NSF ad approvare a loro discrezione il piano di collocare uno degli interferometri up-jazzed e la relativa strumentazione in India. Questa mossa probabilmente arriverà solo dopo che il governo indiano approverà ufficialmente il ruolo dell'India nel progetto. Una schiera globale sarebbe in grado di individuare la fonte cosmica di qualsiasi onda gravitazionale rilevata, su una regione molto più ampia del cielo.

Gli scienziati del progetto danno il benvenuto a Singh. "Noi di LIGO accogliamo con favore la menzione del PM del progetto dell'onda gravitazionale LIGO-India", dice Stanley Whitcomb, capo scienziato LIGO presso il California Institute of Technology di Pasadena. Whitcomb nota che il governo indiano ha indicato che l'approvazione finale potrebbe richiedere alcuni mesi.

Gli scienziati indiani affermano che il governo probabilmente investirà circa 201 milioni di dollari in 15 anni nella sua struttura, soprannominata Indigo. "LIGO porterà alcuni dei migliori astrofisici internazionali e indiani a lavorare sul suolo indiano in un'area di ricerca molto interessante", afferma Ratan Kumar Sinha, ingegnere nucleare e presidente della Commissione per l'energia atomica indiana. Alcuni ricercatori indiani hanno messo in dubbio che i soldi saranno ben spesi; altri temono che sarà difficile trovare un luogo adeguatamente tranquillo per la struttura in un paese con una densità di popolazione così elevata. L'astrofisico Bala Iyer, presidente del Consiglio del Consorzio IndIGO, respinge tali preoccupazioni. "La comunità è molto felice", dice. Il lavoro di indagine in corso, dice, ha già identificato diverse possibili posizioni per Indigo.

* Correzione, 6 febbraio, 17:55 La storia è stata corretta per chiarire che NSF non ha ancora approvato il piano in questione e che LIGO cerca le onde gravitazionali, non le onde gravitazionali.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..