L'unità giapponese di Novartis affronta la sonda criminale per il marketing di farmaci per l'ipertensione

Il Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare giapponese oggi ha chiesto ai pubblici ministeri di indagare su una possibile violazione criminale delle leggi sul narcotraffico da parte della filiale giapponese della gigantesca ditta farmaceutica svizzera Novartis. Il ministero afferma che la compagnia potrebbe aver esagerato i benefici del suo farmaco per l'ipertensione valsartan.

Lo scorso luglio, Novartis Pharma ammesso che un ex dipendente ha creato un conflitto di interessi partecipando a studi clinici su valsartan, venduti con il nome commerciale Diovan, condotto da cinque scuole di medicina giapponese mentre nascondeva la sua affiliazione con la società. Molti degli studi sono stati ritirati dopo indagini dalle scuole di medicina e dal ministero della salute hanno trovato una manipolazione dei dati che ha distorto i risultati. Le pubblicità di Novartis Pharma avevano indicato gli studi come dimostranti che l'uso di Diovan riduceva il rischio di infarto e ictus nei pazienti con ipertensione meglio dei farmaci alternativi. Secondo i resoconti della stampa giapponese, le potenziali multe potrebbero essere solo $ 20.000, ma c'è una piccola possibilità che i dirigenti possano affrontare pene detentive.

Anche oggi, Novartis Japan ha pubblicato un dichiarazione in giapponese sul suo sito web, riconoscendo le indagini e chiedendo scusa "ai pazienti, alle loro famiglie, agli operatori sanitari e ai cittadini per aver causato grandi preoccupazioni e problemi". Come in precedenza dichiarazioni , Novartis si è impegnato a cooperare pienamente con le autorità, ma non ha ammesso alcun illecito.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..