La Terra è più sensibile all'aumento del gas serra del pensiero

Possibilità di riscaldamento? Perché alcuni modelli climatici non rappresentano accuratamente la formazione di basso

Il clima della Terra potrebbe riscaldarsi molto più del previsto in risposta al raddoppio del biossido di carbonio nell'atmosfera, un nuovo studio su un'ampia gamma di suggerimenti sui modelli climatici. La ragione, dicono gli scienziati, è che le simulazioni che ora mostrano solo una moderata quantità di riscaldamento non descrivono accuratamente la quantità di formazione di nubi nella bassa atmosfera, raffreddando il clima più di quanto i dati del mondo reale suggeriscano effettivamente si verifichino. Se fosse vero, il riscaldamento del pianeta cadrà verso la fascia più alta dell'intervallo offerto in ogni valutazione del clima esperto degli ultimi 3 decenni .

Il biossido di carbonio è un cosiddetto gas a effetto serra: più è presente nell'atmosfera, più calore viene intrappolato lì e più alta è la temperatura media globale che sale. Gli scienziati hanno a lungo discusso su quanto sia sensibile il clima terrestre a questo pianeta - gas di traccia riscaldamento. Specificamente, chiedono, quanto aumenteranno le temperature mondiali se il livello di CO 2 diventa il doppio di quello visto nell'era prima che l'attività umana iniziasse a sputare il gas nell'atmosfera?

I modelli attuali e una serie di osservazioni suggeriscono che la Terra si riscalderà da qualche parte tra 1,5 ° e 4,5 ° C una volta che i livelli di biossido di carbonio sono il doppio della concentrazione preindustriale di circa 280 parti per milione e il sistema climatico si adatta, dice Steven Sherwood, uno scienziato Università del New South Wales a Sydney, in Australia. Questa è una vasta gamma, osserva - una gamma che non si è ristretta da quando le prime simulazioni al computer del clima hanno debuttato negli anni '70. Ampie analisi hanno suggerito che la sensibilità al clima di un modello dipende, in gran parte, da come il modello stima la formazione di nubi a bassa quota, aggiunge. Se una simulazione produce quantità generose di nuvole di basso livello, più luce solare viene riflessa nello spazio, e la Terra, nel complesso, è più fredda di quanto sarebbe stata senza le nuvole.

Nel tentativo di restringere la gamma della sensibilità al clima, Sherwood e i suoi colleghi hanno analizzato i risultati di 43 diversi modelli climatici. Nello specifico, hanno esaminato il modo in cui le simulazioni rappresentavano il missaggio nei pochi chilometri più bassi dell'atmosfera, dove si formano molte nuvole, mentre il clima si riscalda. Quindi, hanno confrontato i risultati del modello con i dati raccolti in tutto il mondo.

Il team ha scoperto che, nel complesso, i modelli climatici globali con bassa sensibilità climatica - tutti i 15 di quelli in cui la temperatura media globale è salita a meno di 3 ° C per ogni raddoppio di CO 2- ha prodotto troppe nuvole a bassa quota. "Questi modelli [a bassa sensibilità] stanno sbagliando tutto", dice Sherwood. Nel complesso, dicono lui e i suoi colleghi, l'aumento della convezione nella parte più bassa dell'atmosfera tenderà ad asciugare l'aria, rendendo meno probabile la formazione di nubi. Questo, a sua volta, suggerisce che i modelli a bassa sensibilità non dovrebbero essere attendibili, e questo Molto probabilmente la Terra si scalda più di 3 ° C per ogni raddoppio di CO 2 , i ricercatori segnalano nel numero di oggi di Natura .

I risultati del team lo suggeriscono la metà della variazione della sensibilità climatica è spiegata dalle differenze nel modo in cui i modelli raffigurano la miscelazione nella bassa atmosfera , gli scienziati del clima Hideo Shiogama e Tomoo Ogura dell'Istituto nazionale per gli studi ambientali di Tsukuba, in Giappone, commentano lo stesso numero di Natura . Il resto della variazione non può ancora essere spiegato, si nota, ma i fattori importanti potrebbero includere il modo in cui i modelli simulano i cambiamenti complessivi nella quantità di ghiaccio marino o di nuvole di alto livello.

Poiché l'analisi del team sui modelli climatici si concentra sui processi incorporati in queste simulazioni, "è piuttosto credibile", dice Gavin Schmidt, scienziato del clima presso il Goddard Institute for Space Studies della NASA a New York, che non è stato coinvolto nel nuovo lavoro. Tuttavia, osserva, studi precedenti hanno indicato che la sensibilità al clima sotto i 3 ° C non può essere esclusa. Pertanto, la nuova analisi semplicemente rende i valori bassi della sensibilità al clima meno probabile ma non del tutto fuori questione.

"Questo nuovo studio è solo un bit di informazione, ma credo che spinga la probabile sensibilità al clima più vicina a dove è sempre stata, intorno ai 3 ° C", aggiunge Schmidt. "È sempre difficile prevedere il futuro, siamo sempre limitati da ciò che non conosciamo."

Loading ..

Recent Posts

Loading ..