Le caramelle possono combattere carie?

Batteri catturati Il probiotico Lactobacillus, in blu, strappa la cavità

Il tuo dentista ti ha detto di evitare i dolci, ma in realtà potresti essere in grado di combattere la carie succhiando caramelle, se è legata ai batteri morti. In un nuovo studio, i volontari che hanno consumato tali caramelle hanno abbassato i livelli dei batteri che causano cavità nella loro saliva, presumibilmente perché i batteri morti legano i vivi, che vengono quindi ingeriti.

Le superfici dei nostri denti pullulano di milioni di batteri. Sfornano acido dopo i pasti, incidendo allo smalto di ogni dente. Se deselezionati dalla pulizia periodica, questi microbi alla fine intagliano un foro, o una cavità, nello smalto che un dentista deve perforare e riempire. Un gruppo di batteri, noto come mutans streptococchi, è il principale autore. I ricercatori già sapevano di un ceppo di batteri "buoni" chiamati Lactobacillus paracasei trovato nel latte fermentato chiamato kefir che può legarsi con mutanti streptococchi nella saliva. Ricerche precedenti hanno dimostrato che questo aggancio batterico può ridurre il numero di cavità nei ratti.

Ora, Christine Lang, una microbiologa di ORGANOBALANCE, un'azienda biotech con sede a Berlino, e colleghi hanno dimostrato che L. paracasei riduce la quantità di streptococchi mutans nella saliva delle persone . I ricercatori hanno testato la saliva di 60 volontari per gli streptococchi di mutans. Quindi, alcuni partecipanti hanno mangiato delle caramelle alla menta con cui sono state intrise L. paracasei che gli scienziati avevano ucciso con il calore. Nello studio in doppio cieco, altri volontari hanno risucchiato le zecche prive di batteri che avevano esattamente lo stesso sapore. La squadra ha preso un altro campione di saliva dopo il primo ciclo di caramelle. Ogni volontario aveva altre tre caramelle quel giorno e un'altra il mattino seguente prima di dare un campione finale di spiedo.

Circa tre quarti dei volontari che hanno ricevuto caramelle allacciate con batteri avevano meno mutanti streptococchi nella loro saliva di quanta ne avessero il giorno prima, il team riferisce questo mese in Probiotici e proteine ​​antimicrobiche . Circa il 60% dei volontari che mangiavano zecche inalterate riducevano i loro carichi batterici, un cambiamento insignificante che poteva essere spiegato dalla loro semplice partecipazione allo studio, suggeriscono i ricercatori.

Le caramelle colpiscono gli streptococchi di mutans quando masticano o spazzolano i batteri dalla superficie di un dente. Una struttura di zucchero sulla superficie del L. paracasei , che non viene danneggiato quando gli scienziati uccidono i batteri, si aggancia agli streptococchi di mutans liberi e che impedisce a quelle cellule di ritornare ai denti, ipotizzano i ricercatori. Il volontario poi ingoia o sputa fuori i nuovi amici batterici, spiega Lang. Sebbene alcuni batteri cattivi rimangano nella bocca, L. paracasei I ricercatori sostengono che possono liberarsi di streptococchi di mutans a sufficienza per ridurre il rischio di sviluppare cavità. "Questo è un modo completamente diverso di pensare ai batteri", dice Lang. "Non vogliamo ucciderli. Vogliamo solo spostarli. "

Le caramelle che rompono le cavità sono plausibili, ma David Beighton, un microbiologo orale al King's College di Londra ed editore del giornale Ricerca sulle carie , dice che non è convinto. Un complesso stufato di batteri crea cavità, nota Beighton. È possibile che un batterio probiotico, combinato con un dentifricio contenente fluoro, possa ridurre le cavità, osserva. Ma i ricercatori avrebbero bisogno di testare migliaia di persone per almeno 2 anni per dimostrare l'efficacia su una popolazione, dice Beighton.

Una versione di quel test potrebbe essere in corso ora in Croazia. I residenti della ex repubblica jugoslava possono acquistare dentifricio al fluoro integrato con L. paracasei . Produttore Plidenta - una società affiliata con BASF, la più grande azienda chimica del mondo - ha seguito 50 utenti di dentifricio per sole 4 settimane fino ad oggi. I risultati mostrano che il dentifricio riduce le concentrazioni di streptococchi di mutans nella maggior parte degli utenti, secondo una ricerca preliminare dell'Università di Zagabria. Lang afferma che ORGANOBALANCE, che non sta lavorando con Plidenta, sta conducendo ulteriori ricerche per espandere potenzialmente il mercato dei prodotti contenenti batteri.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..