Le cause legali potrebbero trasformare gli scimpanzé in persone giuridiche

Proprietà o persona? Una serie di cause legali potrebbe liberare gli scimpanzé degli Stati Uniti dalla prigionia.

Questa mattina, un gruppo per i diritti degli animali noto come Progetto per i diritti non umani (NhRP) presentato una causa in una Corte suprema di New York nel tentativo di far dichiarare che gli scimpanzé sono persone giuridiche e dovrebbero essere liberati dalla prigionia. La causa è la prima delle tre che verranno presentate in tre contee di New York questa settimana. Hanno preso di mira due scimpanzé di ricerca presso la Stony Brook University e due scimpanzé in proprietà privata, e sono la prima salva in uno sforzo coordinato per concedere "personalità giuridica" a una varietà di animali negli Stati Uniti.

Se NhRP ha successo a New York, potrebbe essere un passo significativo verso il rinnovamento di millenni di legge che definiscono gli animali come proprietà e potrebbe scatenare una "reazione a catena" che potrebbe riversarsi in altre giurisdizioni, dice Richard Cupp, professore di legge alla Pepperdine University a Malibu, in California, e fautore di concentrarsi sul benessere degli animali piuttosto che sui diritti degli animali. "Ma se lo perdono potrebbe essere un significativo passo indietro per il movimento. Stanno giocando con il fuoco. "

Il contenzioso è in corso dal 2007, quando l'avvocato per i diritti degli animali Steven Wise ha fondato NhRP, un'associazione di circa 60 avvocati, scienziati ed esperti di politica. Il gruppo sostiene che gli animali cognitivamente avanzati come gli scimpanzé e i delfini sono così consapevoli del fatto che tenerli in cattività, sia che si tratti di uno zoo o di un laboratorio di ricerca, equivale alla schiavitù. "È una terribile tortura che infliggiamo a loro, e deve smettere", dice Wise. "E tutta la legge umana dice come le cose si fermano quando tribunali e legislatori riconoscono che l'essere imprigionato è una persona legale".

NhRP ha trascorso 5 anni a ricercare la migliore strategia legale e la migliore giurisdizione per i suoi primi casi. Il risultato: un totale di tre cause legali da presentare in tre tribunali di New York questa settimana per conto di quattro scimpanzé residenti. Uno, di nome Tommy, vive a Gloversville in un "lotto di roulotte usato ... isolato in una gabbia in un capannone buio", secondo un comunicato stampa del NhRP. Un altro, Kiko, risiede in una gabbia in una proprietà privata nelle Cascate del Niagara, dice il gruppo. Gli ultimi due, Hercules e Leo, sono scimpanzé di ricerca alla Stony Brook University. Wise dice che 11 scienziati hanno depositato dichiarazioni giurate a sostegno delle affermazioni del gruppo; la maggior parte di loro, inclusa Jane Goodall, ha lavorato con i primati non umani.

In ogni caso, l'NhRP sottopone i giudici a una petizione con un atto di habeas corpus, che consente a una persona detenuta in cattività di avere voce in tribunale. In un famoso caso del 1772, un giudice inglese autorizzò un simile scritto per uno schiavo nero di nome James Somerset, tacitamente riconoscendo che era una persona - non un pezzo di proprietà - e successivamente lo liberò. Il caso ha contribuito a innescare l'eventuale abolizione della schiavitù in Inghilterra e negli Stati Uniti. Wise spera in qualcosa di simile per gli scimpanzè prigionieri. Se il suo gruppo vince uno dei casi attuali, chiederà che gli animali vengano trasferiti in un santuario degli scimpanzé in Florida. Qualsiasi perdita, dice, sarà immediatamente impugnata.

Indipendentemente da ciò che accade, NhRP sta già preparando una causa per altri stati, e non tutti riguardano gli scimpanzé. "Gorilla, oranghi, elefanti, balene, delfini - qualsiasi animale che abbia questo tipo di capacità cognitive, ci staremmo bene a indossare tuta per conto di", dice Wise. Alcuni sarebbero animali da ricerca; altri sarebbero creature che vivono semplicemente in spazi ristretti, come zoo e acquari. "Non importa come questi primi casi si verifichino, passeremo ad altri casi, altri stati, altre specie di animali", dice. "Presenteremo il maggior numero di cause possibili nei prossimi 10 o 20 anni".

Frankie Trull, presidente dell'Associazione nazionale per la ricerca biomedica a Washington, DC, afferma che la sua organizzazione combatterà qualsiasi tentativo di personalità nei tribunali. Gli scimpanzé, osserva, sono modelli importanti per la ricerca comportamentale e per lo sviluppo di vaccini contro virus come l'epatite C. "Assegnare diritti a animali simili a quello che gli esseri umani hanno sarebbe caotico per la comunità di ricerca".

L'anatomista Susan Larson, che studia gli scimpanzé di Stony Brook per far luce sull'origine del bipedalismo negli umani, afferma di essere "molto scioccata e sconvolta" dalla causa. Dice che gli scimpanzé vivono in un recinto al coperto composto da tre stanze - "delle dimensioni di una camera da letto media" - o un'altra stanza dove possono arrampicarsi, appendere e saltare da scale e tronchi d'albero. "Tutto quello che faccio con questi animali che ho fatto su me stesso", dice. "Capisco che gli attivisti per i diritti degli animali non vogliono che questi animali vengano maltrattati, ma stanno ostacolando la nostra capacità di studiarli prima che si estinguano".

La minaccia più immediata alla ricerca di Larson non è l'NhRP, tuttavia è il National Institutes of Health (NIH). Nel mese di giugno, NIH ha annunciato l'intenzione di ritirare tutti tranne 50 dei suoi scimpanzé di ricerca a 360 ° e di eliminare gradualmente gran parte della ricerca sugli scimpanzè che supporta . Nel frattempo il Servizio per la pesca e la fauna selvatica negli Stati Uniti ha raccomandato che gli scimpanzè prigionieri siano elencati come a rischio di estinzione, il che limiterebbe qualsiasi ricerca che non sia nel loro interesse. "Presto, il tipo di lavoro che faccio non sarà più possibile", dice Larson. "Hanno effettivamente terminato il mio programma di ricerca."

Stephen Ross, direttore del Lester E. Fisher Center per lo studio e la conservazione delle scimmie presso il Lincoln Park Zoo di Chicago, nell'Illinois, si chiede se ci sia un compromesso. Ross, che ha studiato scimpanzé per più di 20 anni e ha svolto un ruolo nella creazione della nuova politica del NIH, sostiene la fine della proprietà privata degli scimpanzé e della ricerca invasiva. Tutti gli altri scimpanzé, dice, sia che si trovino nei giardini zoologici o nelle università, dovrebbero vivere in grandi recinti, con accesso all'esterno e in gruppi di almeno sette individui. "Non hai bisogno della personalità per farlo", dice. "Penso che condividiamo una filosofia comune", afferma NhRP. "Vogliamo migliorare le cose per gli scimpanzé. Non siamo d'accordo su come arrivarci. "

Per partecipare a una chat video in diretta su questo argomento, dai un'occhiata a questa settimana Scienza VIVERE: Gli animali dovrebbero essere concessi diritti legali?

Una versione più dettagliata di questa storia apparirà nel numero 6 dicembre di Scienza.

* Chiarimento, 2 dicembre, 4 p.m .: Questo oggetto è stato aggiornato per riflettere la posizione di Richard Cupp sui diritti degli animali.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..