Mentre il mondo piange Mandela, il suo ruolo nella consapevolezza dell'AIDS richiamato

Mentre il mondo piange Mandela, il suo ruolo nella consapevolezza dell'AIDS richiamato

Mentre il mondo piange la morte di Nelson Mandela, alcuni osservatori stanno ricordando il ruolo cruciale che ha svolto nel difendere la scienza durante la grave crisi dell'AIDS in Sud Africa. Il protetto e il successore di Mandela come presidente del Sud Africa, Thabo Mbeki , rifiutò il consenso scientifico e sposò la visione screditata che l'HIV non causa l'AIDS, reso popolare dall'Università della California, Berkeley, biologo molecolare Peter Duesberg . Il rifiuto di Mbeki di portare le risorse del governo contro la malattia è responsabile 300.000 morti inutili , i ricercatori hanno stimato.

Nella prima interruzione pubblicitaria di Mandela con l'African National Congress, a cui aveva fatto parte per poi passare per un periodo di 65 anni, nel 2001 ha denunciato l'incapacità di Mbeki di combattere l'epidemia. "Non dobbiamo continuare a discutere, a discutere, quando le persone muoiono", ha dichiarato Mandela, riferisce Stephanie Nolen di The Globe and Mail , che aveva sede in Sud Africa dal 2003 al 2008. A quel tempo un venerato statista anziano, Mandela portò il potere immenso della sua posizione morale rispetto alla necessità di cambiare le politiche del suo paese.

Mandela, tuttavia, "arrivò in ritardo" per la lotta contro la malattia, secondo The Globe and Mail . Durante la sua presidenza, ha prestato relativamente poca attenzione all'epidemia in rapida crescita e ha incaricato Mbeki di occuparsene. Questo approccio ha permesso la diffusione dell'infezione. Mandela ha dovuto dare la priorità a questioni ancora più critiche durante i primi giorni cruciali per stabilire la democrazia non razziale nel paese a lungo tormentato, sostengono i suoi sostenitori.

Una volta che Mandela si schierò dalla parte dell'accettazione e dell'azione vigorosa sulla scienza, tuttavia, divenne un potente ed efficace difensore, aiutando a ribaltare l'opinione e la politica nel proprio paese e altrove. Nel 2005, riferisce Nolen, Mandela ha inferto un forte colpo all'enorme stigma sociale della malattia in Sudafrica annunciando che suo figlio, Makgatho, "è morto per AIDS", come la moglie di Makgatho. "Facciamo pubblicità all'HIV-AIDS e non lo nascondiamo, perché l'unico modo per farlo apparire come una malattia normale, come la TBC, come il cancro, è sempre quello di uscire e dire che qualcuno è morto a causa dell'HIV. E le persone smetteranno di considerarlo qualcosa di straordinario ", ha detto Mandela ai funerali di Makgatho.

La vita di Mandela ha dimostrato il valore del perdono e della riconciliazione nelle vicende umane, ma anche l'importanza dei leader politici nella promozione e nella migliore interpretazione della scienza.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..