Nuovi "Hub per il clima" degli Stati Uniti per fornire dati agli agricoltori

Chiamata di bestiame I nuovi hub di dati degli Stati Uniti potrebbero aiutare gli allevatori di bestiame a preparare le mandrie per i cambiamenti climatici.

Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) vuole fornire dati più utili sul clima agli agricoltori, agli allevatori e ad altre persone colpite dal cambiamento climatico. Segretario all'agricoltura Tom Vilsack annunciato ieri che sta designando sette cosiddetti mozzi per il clima nei laboratori federali di agricoltura di tutto il paese che cercheranno di creare dati climatici più utili e di diffonderli in modo più ampio.

L'USDA dedica già circa 120 milioni di dollari alla ricerca sul clima, Vilsack ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa. Il nuovo sforzo "si aggiungerà a quello", ha detto. Ma inizialmente l'aggiunta implicherà molto probabilmente la riassegnazione del personale di ricerca dell'USDA e il finanziamento, dicono i funzionari, non di nuovi soldi. Le risorse trasferite verranno utilizzate per creare siti Web, convocare gruppi di parti interessate e possibilmente creare nuove previsioni, database e altri strumenti. La speranza è che il lavoro possa informare meglio gli scienziati all'interno dell'USDA e di altri dipartimenti su ciò che gli agricoltori, gli allevatori e i silvicoltori hanno bisogno di sapere per prepararsi e adattarsi a una realtà mutevole.

La nazione deve "essere in grado di adattarsi e mitigare, perché se non lo facessimo, la nostra economia sarà colpita", ha detto Vilsack ieri alla Casa Bianca. "Quelle 16 milioni di persone che dipendono dall'agricoltura e dalla silvicoltura, vogliono per assicurarsi che continuino ad avere un lavoro perché continuiamo a produrre e creare nuovi prodotti ".

"L'USDA non ha ancora dato la priorità di ottenere queste informazioni alle parti interessate prima", dice il meteorologo agricolo Eugene Takle della Iowa State University di Ames.

Tra quelli con nuovi ordini di marcia è la meteorologa di ricerca Jeanne Schneider del Grazinglands Research Laboratory dell'USDA a El Reno, in Oklahoma. Ultimamente ha pubblicato ricerche sull'utilità dei dati di previsione federali per le decisioni agricole, ma l'annuncio che il suo laboratorio ospiterà uno dei nuovi hub la sposterà da una ricerca a un ruolo di divulgazione. Come leader dell'hub, sarà in grado di richiedere assistenza tecnica, tempo di segreteria e parti dei tempi dei suoi colleghi per lanciare un sito Web e nuove banche dati su progetti, esperti e fonti di dati pertinenti. "Speriamo di essere una forza di convocazione, che dovrebbe aiutare le persone delle comunità di agricoltori, allevatori e ricercatori a sapere cosa fanno gli altri", afferma, e si spera che tali collaborazioni rafforzino le richieste per altri finanziamenti federali di ricerca.

Tali relazioni sono state un punto fermo del sistema di estensione che ha collegato USDA, agricoltori locali e università dal 19 ° secolo. Ma i dati sull'agricoltura e lo specialista di outreach Al Sutherland dell'Oklahoma State University (OSU) afferma che un ruolo più profondo per i federali potrebbe essere vantaggioso per gli agricoltori. Ad esempio, gli hub potrebbero aiutare a visualizzare i dati in modo da renderli più utili al pubblico (come nel caso di questo grafico di dati sulle precipitazioni) .

I ricercatori hanno a lungo avuto accesso a tali dati, ma non è "stato inserito in questo tipo di immagine che le persone potrebbero facilmente capire", dice Sutherland, che lavora presso l'OSU mesonet , che crea previsioni e altri "prodotti di dati" utilizzando le stazioni meteorologiche e i dati climatologici federali. (I dati relativi alle precipitazioni e alla temperatura vengono aggiornati ogni anno Qui .)

Ad esempio, nel caso dei dati sulle precipitazioni - che sono stati pubblicizzati per la prima volta nel 2004 - sia gli scienziati che gli agricoltori hanno riflettuto su medie a 30 anni ampiamente disponibili, il che può essere fuorviante. Al contrario, la nuova prospettiva di 100 anni ha mostrato ad un allevatore di grano locale, ad esempio, che le cultivar che aveva sviluppato nei decenni precedenti erano prevenute verso condizioni più umide rispetto alla media del secolo precedente. Le fluttuazioni storiche dell'Oklahoma verso le condizioni di siccità furono improvvisamente evidenti. L'allevatore di grano "ha immediatamente aggiunto una valutazione della siccità delle varietà di grano ai suoi compiti", dice Sutherland.

Questa mossa sembra ora preveggente, perché parti dell'Oklahoma sono successivamente cadute in una grave siccità. Allo stesso modo, agricoltori e allevatori si sono resi conto che le loro pratiche di gestione e le varietà di colture che erano cresciute erano state sviluppate durante un lungo periodo di pioggia.

Dati termici forniti a livello federale che risalgono al 1895 ha anche fornito un contesto importante per gli agricoltori che pensano al futuro cambiamento climatico, afferma Sutherland. I dati danno agli agricoltori un senso del naturale intervallo di temperatura - mostra che l'anno più freddo è stato di 14 ° C (57 ° F) in media e l'anno più caldo di 17 ° C (63 ° F). Nel prossimo secolo, gli scenari dei modelli climatici prevedono che le temperature medie dello stato potrebbero aumentare di circa 1,6 ° a 5 ° C (da 3 ° a 9 ° F). Ciò significa che gli anni futuri potrebbero essere più caldi rispetto agli anni più caldi registrati nel record di temperatura.

Approfondimenti simili dai nuovi hub potrebbero aiutare gli agricoltori e gli scienziati a pianificare insieme gli impatti su bovini, praterie e i cosiddetti stagni agricoli, che forniscono acqua ai bovini su terreni aperti e possono seccarsi durante le condizioni di siccità. Sutherland dice che è "una cosa buona che l'USDA si sta ufficializzando e, auspicabilmente, espandendo i suoi sforzi in queste aree".

Matthew Stepp, analista alla Information Technology & Innovation Foundation, un think tank di Washington, DC, ha apprezzato la mossa, ma in una dichiarazione ha detto che gli Stati Uniti hanno anche bisogno di "investire di più nei programmi di osservazione della Terra e nei sistemi di monitoraggio in grado di fornire dati a livello di macro necessario per prepararsi a rapidi cambiamenti nell'ambiente globale e ridurre gli impatti associati ".

Loading ..

Recent Posts

Loading ..