Quando i gatti divennero compagni

Felino fatato Le ossa trovate in un antico villaggio agricolo cinese (riquadro) possono appartenere ai discendenti del gatto selvatico del Vicino Oriente (nella foto).

I gatti hanno fatto parte della società umana per quasi 10.000 anni, ma non erano sempre cacciatori di corde e guardie. Antichi felini cacciavano topi e topi che distruggevano le colture per i primi agricoltori, e in cambio fornivamo cibo e protezione. Almeno questo è quello che gli scienziati hanno a lungo ipotizzato. Ora possono eseguire il backup. Le ossa di gatto dissotterrate in un villaggio agricolo cinese di 5000 anni indicano che gli animali hanno consumato roditori e che alcuni potrebbero essere stati curati dagli umani. I risultati forniscono le prime prove concrete di questa relazione reciprocamente vantaggiosa tra uomo e gatto.

Il libro della domesticazione dei gatti manca poche pagine. Il record più antico di gatti che entrano nella società umana proviene da un antico villaggio agricolo noto come Shillourokambos, situato sulla costa meridionale dell'isola mediterranea di Cipro. Nel 2001, i ricercatori guidati da Jean-Denis Vigne, ora direttore della ricerca presso il Centro nazionale francese per la ricerca scientifica a Parigi, hanno scoperto il tomba condivisa di un essere umano e felino sotto una casa antica. Lo scheletro dell'animale, datato a 9500 anni fa, era circondato da conchiglie scolpite, a indicare che i gatti detenevano uno status speciale in questa società. In realtà, Vigne e altri hanno sostenuto che i felini erano importanti per la sopravvivenza di tali villaggi, le cui grandi eccedenze di grano attiravano eserciti di roditori; i gatti più addomesticati, nel frattempo, si uniscono agli umani, addomesticandosi da soli nel corso di migliaia di anni. Tuttavia, non esistevano prove solide per questa ipotesi, ei gatti in gran parte svanirono dalla documentazione storica fino a circa 4000 anni fa, quando iniziarono ad apparire sui dipinti della tomba dell'antico Egitto.

Il nuovo studio riempie parte di quella storia mancante. Un gruppo di archeologi che scavavano un antico insediamento conosciuto come Quanhucun nella Cina centrale ha trovato otto ossa di gatto - un bacino, una mandibola e altri pezzi, tutti risalenti a circa 5300 anni fa - sparsi tra altre ossa di animali, frammenti di ceramiche e strumenti di pietra nei pozzi della spazzatura intorno al sito. Gli abitanti del villaggio, forse un migliaio di forti, erano agricoltori di successo di miglio, e chiaramente avevano un problema di parassiti. I ricercatori hanno dissotterrato delle tane di roditori scavate nel tunnel in pozzi di stoccaggio del grano e vasi di ceramica a forma di v delle dimensioni di vasi di fiori giganti, probabilmente progettati per tenere il grano immagazzinato fuori dalla bocca degli spazzini. L'arma migliore degli abitanti contro questi roditori, tuttavia, potrebbe essere stata gatti.

Quando il team ha analizzato le ossa dei felini, ha scoperto forme - o isotopi - di carbonio e azoto che lo hanno indicato i gatti mangiavano piccoli animali, che avevano mangiato grano . Basandosi su altre ossa trovate nel sito, quegli animali erano probabilmente roditori, i ricercatori oggi riferiscono online nel Atti della National Academy of Sciences . La specie dei gatti non è chiara. Ma la dimensione e la forma dei resti indica che possono appartenere al genere Felis , che comprende diverse specie di piccoli felini, tra cui il gatto selvatico del Vicino Oriente ( Felis silvestris lybica ), ritenuto il antenato del gattofare di oggi .

Mentre questi animali proteggevano i raccolti, gli abitanti dei villaggi potrebbero aver restituito il favore. Uno dei gatti aveva un livello insolitamente alto di grano nella sua dieta. "Questo è inaspettato perché i gatti sono obbligati carnivori", dice il membro del team Fiona Marshall, uno zooarcheologo della Washington University di St. Louis. "Suggerisce che questo gatto stava mangiando cibo umano."

Un altro gatto era un individuo più anziano, forse di circa 6 anni, basato sull'usura dei denti, dice Marshall. "Per un gatto selvatico, è molto raro avere denti così usurati, così vecchi", dice Vigne, che non è stata coinvolta nello studio. "L'interpretazione più accettabile è che questo gatto sia stato curato dalle persone. Sono convinto che in questo momento in Cina ci sia una stretta connessione tra umani e gatti. "

"Gli scienziati hanno a lungo sospettato che i gatti fossero attratti dai primi insediamenti agricoli a causa dei roditori e dei rifiuti umani, ma non ci sono mai state prove concrete per verificare questa ipotesi", dice Marshall. "Questo è ciò che è eccitante di questi nuovi dati. Stiamo finalmente vedendo i meccanismi dietro l'addomesticamento felino ".

"Questo è un capitolo di apertura super-interessante", dice Carlos Driscoll, il cui sequenziamento genetico di centinaia di gatti selvatici e domestici nel 2007 era ancorato Felis silvestris lybica come l'antenato degli attuali housecats. "Ma è solo l'inizio della conversazione." Per prima cosa, nota che i gatti Quanhucun sono stati trovati nella spazzatura, piuttosto che sepolti con pompa come lo era il gatto di Cipro. "Ciò solleva la possibilità che questi animali non fossero affatto animali domestici. Potrebbero essere stati mangiati o usati per la loro pelliccia ".

La specie fa anche una grande differenza, dice Driscoll, il presidente del WWF in genetica conservativa presso il Wildlife Institute of India a Dehradun. Se i gatti Quanhucun sono lybica , lo fecero dal Vicino Oriente alla Cina migliaia di anni prima del pensiero, probabilmente lungo antiche rotte commerciali. Ma ciò significa anche che i gatti erano già addomesticati, e che i contadini cinesi giocavano poco nel loro addomesticamento. È anche possibile, dice, che i gatti Quanhucun fossero una specie diversa di felini - forse gatti della giungla ( Felis chaus ) o gatti leopardo ( Prionailurus bengalensis ) - che sono stati addomesticati in modo indipendente in Cina. Poiché il DNA di queste creature è diverso da quello trovato nei moderni housecats, tuttavia, questi animali sono morti o sono stati sorpassati dai gatti domestici del Vicino Oriente.

Vigne sta ora lavorando con la squadra cinese per sequenziare il DNA delle ossa di gatto. Se gli animali erano gatti selvatici, dice, significa che l'agricoltura è stata fondamentale per l'addomesticamento del gatto e che questo giro di eventi potrebbe essere accaduto più di una volta. "In diversi posti del mondo, hai lo stesso processo in corso. Rafforza la nostra visione di ciò che ha portato a questa relazione più intensa tra uomo e gatto. "Significa anche qualcosa di più fondamentale: l'ascesa della civiltà umana era destinata a dare origine al gatto domestico.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..