Road-Tripping con Rodman

Terwilliger e Rodman.

Se ti è capitato di scorgere la copertura giornalistica del viaggio di Dennis Rodman in Corea del Nord la scorsa settimana, potresti aver notato nell'entourage di un uomo bianco un tipo bianco con una barba in stile Amish, come nelle guance rasate e senza baffi. Quello è Joseph Terwilliger, 48 anni, un genetista statista che divide il suo tempo alla Columbia University e all'Università di Helsinki. Basti dire che anche la perdita della barba Terwilliger non sarebbe un genetista ordinario.

Per i principianti, la sua passione è la tuba. Si è laureato in musica al Conservatorio di musica Peabody e da allora ha frequentato gruppi diversi come la New York City Opera e il Tuba Plague tuba quartet. "Circa il 15% delle mie entrate proviene dalla musica", afferma Terwilliger. Altre diversioni includono impersonare Abe Lincoln e prendere il secondo posto in una gara di mangiatori di hot dog di Nathan.

La carriera scientifica di Terwilliger è ugualmente intrigante. È partito per la Cina occidentale, l'ex Unione Sovietica, l'Afghanistan e l'Iran alla ricerca di nuovi tratti nelle popolazioni nomadi. "La maggior parte del mio lavoro è stato nel tentativo di identificare esperimenti naturali che imitano le condizioni sperimentali in un modo che potrebbe aiutarci a capire la genetica delle normali variazioni umane in salute e malattia", dice. Terwilliger ha anche tenuto conferenze a Cuba, in Cina, in Kazakistan, in Venezuela e, dice, "molti altri luoghi in cui i rapporti tra il loro governo e il nostro sono poveri." È un critico di lunga data del progetto del genoma umano e del progetto HapMap, sostenendo che i sostenitori di quelle massicce imprese erano ingannevoli nel suggerire che gli studi di associazione genome-wide (GWAS) e altri approcci avrebbero rapidamente individuato i geni di rischio di malattia significativi per la salute pubblica. "Il GWAS è stato un abietto fallimento nello scoprire gran parte dell'eziologia di malattie umane complesse", sostiene. "Molti dei miei colleghi che lavorano per grandi centri di genoma non hanno altra scelta se non quella di continuare a promuovere la tecnologia in cui hanno investito milioni di dollari, dato che hanno creato stabilimenti e dipendenti i cui mezzi di sostentamento sono in bilico".

"Joe è un personaggio unico, eccentrico, brillante, libertario e molto altro", afferma il collaboratore di lunga data Kenneth Weiss, un genetista della Pennsylvania State University, University Park. "È una voce da ascoltare e pensa 10 volte più velocemente della maggior parte di noi. È fondamentalmente un ragazzo molto buono, ma uno che gode della notorietà! "

Il che ci porta in Corea del Nord. Terwilliger è stato nella Repubblica popolare democratica di Corea (RDPC), in quanto il paese è formalmente conosciuto, otto volte negli ultimi 5 anni. Per due volte andò come turista e due volte per studiare il dialetto nordcoreano. Ha una buona ragione professionale per visitare il Regno Eremita: lui e i suoi colleghi hanno uno studio ampio e in corso sulla diaspora coreana che mira a confrontare i contributi relativi della genetica, della cultura e dell'ambiente con i tratti relativi alla salute. Lo scorso luglio, ha insegnato genetica evolutiva umana all'Università di Scienza e Tecnologia di Pyongyang (PUST), fondata nella capitale della Corea del Nord nel 2009 da cristiani coreani-americani. E ora è stato in Corea del Nord con Rodman, tre volte e contando. Scienza Insider ha incontrato Terwilliger sul suo trespolo a Helsinki.

Q: Qualche grande sorpresa la scorsa settimana?

J.T .: Ogni volta che visito la RPDC vedo le cose da una prospettiva diversa. Ovviamente andare lì con Dennis Rodman è completamente diverso da andare lì come insegnante e fare shopping nei mercati locali come abbiamo fatto la scorsa estate. Sono stato in tutto il paese e ho visto la Corea da molte prospettive diverse, e l'unica cosa che è invariata in tutti quei diversi punti di vista è quanto siano dolci e gentili i cittadini della RPDC. La parola coreana 소박함 descrive perfettamente l'innocenza, il calore, la sincerità e la gentilezza del popolo nordcoreano.

Un aneddoto della scorsa settimana. Eravamo nella nuova stazione sciistica di Masik Pass, vicino alla costa orientale della Corea del Nord, che è stata appena inaugurata nell'ultimo mese. Siamo stati i primi stranieri a visitarlo dopo l'apertura. Stavo scivolando giù per il pendio del coniglio in un tubo di gomma e mi sono girato e ho perso il controllo. Un uomo coreano ha quindi bloccato il mio tubo ed è stato abbattuto con forza sufficiente a terra per essere stato ricoverato in ospedale per una possibile commozione cerebrale dalla collisione. Poi ho continuato a muovermi nel tubo e altri cinque uomini coreani sono stati buttati a terra nel tentativo di fermare il mio tubo da una scogliera di 100 piedi che si trovava in fondo al pendio del coniglio.

Ho avuto la possibilità il giorno successivo di incontrare questi uomini e ringraziarli, e ognuno di loro è stato gentile, dolce e meraviglioso per me, anche se uno di loro è dovuto andare in ospedale a causa del mio incidente. Questa genuina dolcezza e gentilezza è tipica delle persone nella RPDC. Le persone sono le stesse ovunque, e l'interazione con loro può essere solo una buona cosa.



[wysiwyg_field wf_deltas = "0" wf_field = "field_assets" wf_formatter = "styles_file_original" wf_settings-field_delimiter = "" wf_settings-field_multiple_limit = "- 1" wf_settings-field_multiple_limit_offset = "0" contenteditable = "false" wf_cache = "1390321518" wf_entity_id = "111440" wf_entity_type = "nodo"]

D: Come sei diventato parte dell'entourage Rodman?

J.T .: Nell'aprile del 2013, ho visto un'asta online per beneficenza in cui le persone potevano fare un'offerta per giocare a H-O-R-S-E con Dennis Rodman. Quindi ho fatto un'offerta e ho vinto, solo perché volevo dirgli che sostenevo ciò che stava facendo e che sarei felice di aiutarlo se avesse bisogno di aiuto sul campo, visto che sarei stato nell'insegnamento della RPDC e vivendo lì a Luglio.

Alcune settimane dopo il gioco H-O-R-S-E, l'agente di Dennis mi contattò e mi chiese se potevo aiutare a trovare un modo per riportare Dennis in Corea del Nord senza coinvolgere Vice rivista e le loro squadre di media che hanno reso la sua visita precedente meno che ideale. Alla fine abbiamo scelto un mio amico, Michael Spavor, un canadese che vive a Yanji, in Cina, per organizzare i visti e la logistica con il Comitato Olimpico della RPDC e il Ministero dello Sport. Insieme, io e lui e due studenti volontari organizzammo il viaggio di ritorno a settembre e collaborammo alla traduzione e ai consigli culturali durante il suo viaggio.

Il viaggio di settembre è stata una delle cose più incredibili con cui abbia mai avuto a che fare nella mia vita. E quasi non potevo nemmeno andarmene, perché ho sofferto un distacco di retina l'ultima notte che stavo insegnando a Pyongyang a luglio e ho dovuto sottopormi ad un intervento chirurgico d'urgenza al mio ritorno a New York per riparare la retina. Hanno dovuto eseguire una vitreectomia completa e attaccare una fibbia sclerale agli occhi, e ho dovuto rimanere a faccia in giù con una bolla di gas nei miei occhi fino alla terza settimana di agosto. Il viaggio in Corea era il 1 settembre, quindi ero molto vicino a perdere l'intera cosa. Mentre la mia visione non era buona, sono stato autorizzato a viaggiare e ho avuto l'esperienza di una vita.

Il resto è storia, come abbiamo poi lavorato sulla logistica per organizzare la partita di basket tenutasi la scorsa settimana, e la sessione di allenamento a fine dicembre.

Q: L'esperienza ti ha cambiato la vita?

J.T .: No, ho mantenuto un profilo molto basso. Certo, è venuto fuori che ero lì, e la mia foto è dappertutto, ma la maggior parte delle persone chiede semplicemente: "Chi è il pazzo barbuto con Dennis?" quindi ha avuto pochissimi effetti diretti sulla mia vita. Ero lì solo per assisterlo, per aiutare con la traduzione. Fondamentalmente ero lì come amico di Dennis che capita di parlare in coreano.

Anche se a questo punto mi sembra molto normale, se qualcuno mi avesse detto nel gennaio 2013 che un anno da allora sarei rimasto a Pyongyang con il maresciallo Kim Jong Un, Dennis Rodman, Cliff Robinson, Charles D. Smith, Kenny Anderson , Doug Christie e Sleepy Floyd, avrei riso in faccia. Ma erano tutti meravigliosi per me, e specialmente per i giocatori di basket che si sono uniti a noi per questo gioco. Erano tutti lì per motivi positivi, per interagire con le persone del posto, per insegnare il basket, per far sorridere le persone facendo quello che sanno fare meglio e generando denaro per sostenere i bambini sordi in Corea. Le loro intenzioni erano completamente disinteressate e nobili, e hanno fatto una cosa positiva, nonostante l'enormità delle critiche che hanno ricevuto al loro ritorno a casa. Qualsiasi forma di interazione è una buona cosa quando viene fatta tra persone di nazioni i cui governi hanno relazioni ostili.

D: Lo scorso luglio, hai trascorso 3 settimane a insegnare alla PUST. Com'è stato?

J.T .: Ho considerato questa opportunità una grande opportunità per sperimentare la DPRK come residente, e anche per contribuire a costruire una relazione positiva e fiduciosa con le persone nella RPDC, un prerequisito necessario per alcuni futuri scambi scientifici. Ho visto il mio ruolo lì come uno di mostrare il lato positivo del popolo americano a una popolazione che ha ascoltato stereotipi per lo più negativi su di noi.

Ho ingaggiato gli studenti, insegnato loro il pensiero critico scientifico, e ho mostrato una comprensione della loro società e cultura che la maggior parte degli stranieri non cerca nemmeno di entrare. Ho parlato coreano con i loro stili grammaticali e il loro accento, e ho mostrato familiarità con la loro cultura. Gli studenti mi hanno scritto delle note molto dolci allegate ai loro esami finali su come hanno davvero apprezzato i miei sforzi per capire il loro paese e avevano bisogno di riflettere due volte sulle loro opinioni del popolo americano come risultato delle nostre interazioni.

Hanno detto la stessa cosa delle loro esperienze durante la visita di Dennis Rodman nel loro paese nel febbraio del 2013. Molti studenti hanno parlato di quanto amassero guardare quella partita di basket in televisione, e quanti avevano persino letto l'autobiografia di Dennis e lo ammiravano per essere così schietto sulle difficoltà che ha avuto nella sua vita. E quando lo videro dire cose carine sul loro paese e sul loro leader, influenzarono davvero le loro opinioni sugli americani, vedendone uno in questa luce per la prima volta. A tal fine, un'enorme quantità di buona volontà è stata generata dagli sforzi di Dennis per la diplomazia sportiva, nonché dall'impatto che penso di essere stato in grado di avere nella mia piccola classe di studenti facendo le stesse cose con la scienza come veicolo di scelta.

Q: La diplomazia di basket di Rodman è una delle poche cose che gli Stati Uniti stanno andando con la Corea del Nord in questo momento. Vedi un'opportunità di coinvolgere i nordcoreani attraverso la diplomazia scientifica?

J.T .: Ho cercato di farlo insegnando a PUST la scorsa estate, e potrei tornare anche in futuro per proseguire ulteriormente. Mi piacerebbe avere la possibilità di aiutarli con studi epidemiologici o genetici nella RPDC, e mi piacerebbe lavorare con i loro studenti per aiutarli ad andare avanti. Ogni volta che ci sono stato, inclusa la scorsa settimana, mi è stato chiesto quando sarei tornato a insegnare, e sembravano molto positivi riguardo al potenziale per ulteriori interazioni a livello scientifico in futuro. Non ho un programma specifico in questo momento, ma spero che qualcosa si materializzerà nel prossimo futuro! Scienza, musica, sport, cultura, accademici hanno tutti il ​​potenziale per costruire ponti tra persone senza rischi per il governo e nessun sottotono politico, e spero di essere in grado di contribuire a costruire ponti tra i nostri paesi in futuro, usando il fiducia e connessioni che ho costruito con loro negli ultimi anni.

Spero di avere maggiori opportunità di interagire con i nordcoreani a livello scientifico - in effetti questa è stata una grande parte della mia motivazione a essere coinvolto negli sforzi di Rodman come un modo per creare contatti, connessioni e fiducia, quindi qualcosa di positivo potrebbe accadere lungo la strada.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..