ScienceShot: i segni delle più vecchie stuoie trovate in Australia

Segni delle più vecchie stuoie di melma trovate in Australia

Come svelare la storia della vita quando era appena iniziata? Una razza di paleontologo non fa altro che tenere gli occhi aperti mentre percorre alcune delle rocce più antiche del mondo. Nel numero di dicembre di Astrobiology , un gruppo di tali "geobiologi" riporta la scoperta delle più antiche "strutture sedimentarie microbicamente indotte" che sono solo forme distintive nella roccia sedimentaria formata da strati di melma ormai scomparsa. Tutti i tipi di batteri, funghi, protozoi e alghe possono vivere nel loro ecosistema intimo sul fondo di qualsiasi cosa, da laghi e fiumi a lagune e mari poco profondi. Tali tappetini microbici legano i granelli di sabbia in modo che quando, ad esempio, una forte corrente strappa via un po 'di tappetino e la arrotoli, il tappeto di sabbia arrotolato ha la possibilità di essere trovato incorporato in eoni di pietra in seguito. Il Astrobiology Rapporti di gruppo arrotolati su frammenti di diversi centimetri di spessore oggi su un'isola barriera della Carolina del Nord (a destra), trasformati in roccia di 2,9 miliardi di anni nell'Africa meridionale (a metà, a fessura incrociata) e trasformati in 3,5 miliardi di anni vecchia roccia nell'Australia occidentale (a sinistra). Nessuna traccia di vita, micro o megascopica, più antica dell'esempio australiano è stata trovata. Tali strutture sedimentarie microbicamente indotte possono quindi identificare ambienti un tempo abitati sulla Terra primitiva, fornendo una storia di "melma nel tempo" - e possibilmente all'inizio di Marte.

Vedi altro Scienza Shots .

Loading ..

Recent Posts

Loading ..