ScienceShot: Le stelle che esplodono hanno visto i mattoni dell'edificio dell'universo

ScienceShot: Le stelle che esplodono hanno visto i mattoni dell'edificio dell'universo

Le reazioni nucleari all'interno delle stelle, in particolare le supernove esplosive, creano elementi più pesanti dell'idrogeno e dell'elio, i mattoni fondamentali dell'universo. E secondo due articoli pubblicati online oggi a Scienza , lo fanno nelle quantità e nelle forme previste dalla teoria di vecchia data. Un documento è il primo a suggerirlo le supernove producono abbastanza fosforo, un elemento indispensabile per la vita, per corrispondere alle proporzioni che gli scienziati vedono nel cosmo in generale . I ricercatori dietro lo studio, analizzando le emissioni del vicino infrarosso dalla rimanente di supernova Cassiopea A (che si trova a circa 11.000 anni luce dalla Terra), stimano che i livelli di fosforo nella granata stellare sono circa 100 volte la concentrazione media osservata in tutta la Via Lattea - livelli che diminuiscono man mano che il fosforo e altri elementi a stella vengono dispersi. Il secondo documento è il primo a rilevare un composto elettricamente caricato che include un gas nobile . Nello specifico, il team ha individuato le emissioni del lontano infrarosso dall'idruro di argon (ArH + in molti ciuffi di gas che si diffondono dalla nebulosa del Granchio (immagine, con croci che descrivono la posizione dei punti dati), un'esplosione di supernova osservata nel 1054 CE Poiché l'atomo di argon era legato ad altri frammenti atomici, i ricercatori potevano determinare il particolare isotopo dell'argon coinvolti. Come previsto dalla teoria, l'argo formato nell'ambiente infernale di un'esplosione di una supernova è l'argon-36 (in contrapposizione all'isotopo predominante dell'argon trovato sulla Terra, l'argon-40, che è prodotto dal decadimento radioattivo del potassio-40).

Vedi altro Scienza Shots .

Loading ..

Recent Posts

Loading ..