ScienceShot: Scienziato crea musica dai dati della sonda spaziale Voyager

Scienziato crea musica dai dati della sonda spaziale Voyager

Come lo spazio del Voyager sonda immergersi nel vuoto cosmico inchiostro ognuno porta un disco d'oro con 27 canzoni che vanno da Mozart a Chuck Berry. Ora, con l'aiuto di un fisico musicale, le sonde spaziali gemelle vantano una propria canzone. Ogni imbarcazione porta un rivelatore di raggi cosmici che fa scattare misurazioni orarie del numero di protoni che ronza oltre di loro. Negli ultimi 37 anni, le sonde hanno registrato oltre 320.000 di tali misurazioni. Domenico Vicinanza, un musicista con un dottorato in fisica, ha mappato ciascun valore con una nota corrispondente sull'intervallo musicale, con conteggi maggiori corrispondenti a note più alte. Stringendo e mescolando insieme le note, Vicinanza ha assemblato la partitura musicale della navicella. Nella canzone, Voyager 1 suona il pianoforte mentre la Voyager 2 accompagna gli strumenti a corda. Ogni nota sovrapposta durante la canzone corrisponde alla navicella che misura simultaneamente i raggi cosmici mentre si libra attraverso lo spazio a miliardi di chilometri di distanza. Mentre Vicinanza ammette di aver composto l'arrangiamento musicale puramente come un modo divertente di presentare i dati delle missioni Voyager, dice che trasformare i set di dati in musica in questo modo può aiutare gli scienziati a riconoscere le tendenze e i pattern che altrimenti potrebbero mancare. E questo rende la musica decisamente fuori dal mondo.

Vedi altro Scienza Shots .

Loading ..

Recent Posts

Loading ..