ScienceShot: Shining Happy Neurons

Neuroni felici splendenti

SAN DIEGO, CALIFORNIA- Come riconosciamo le emozioni nelle espressioni facciali degli altri? Una piccola struttura a forma di mandorla chiamata amigdala, situata nel profondo del cervello (in giallo nell'immagine sopra), svolge un ruolo chiave, ma non è chiaro esattamente a cosa risponda. Per saperne di più, i neuroscienziati hanno impiantato elettrodi nelle amigdale di sette pazienti epilettici che stavano per subire un intervento chirurgico al cervello per la loro condizione. Hanno registrato l'attività di 200 singoli neuroni dell'amigdala e hanno determinato come hanno reagito mentre i pazienti hanno visto fotografie di facce felici e paurose. Il team ha individuato un sottoinsieme di cellule che distinguono tra ciò che i pazienti pensavano fossero volti felici e paurosi, anche quando percepivano erroneamente espressioni facciali ambigue. (Il team ha manipolato con cura alcune delle foto dei volti paurosi, in modo che alcuni dei soggetti li percepissero come neutrali.) I risultati, presentati qui ieri al 43 ° incontro annuale della Società per la Neuroscienza, suggeriscono che i neuroni dell'amigdala rispondono al giudizio soggettivo delle emozioni nelle espressioni facciali, piuttosto che le caratteristiche visive dei volti che trasmettono emozioni. Gli scienziati hanno anche scoperto che le risposte cellulari persistevano molto tempo dopo la scomparsa di ciascuna delle fotografie, suggerendo inoltre che l'amigdala coopera con altre regioni del cervello per creare consapevolezza del contenuto emotivo dei volti. Quindi, quando si tratta di riconoscere le espressioni facciali degli altri, ciò che pensiamo di vedere sembra essere più importante di quello che vediamo realmente.

Vedi altro Scienza Shots .

Loading ..

Recent Posts

Loading ..