Scienziati politici statunitensi hanno sollevato quella lingua di Coburn

Infelice. Il senatore Tom Coburn (R

La fattura di spesa del 2014 che il Congresso degli Stati Uniti ha approvato la scorsa settimana rende parte della recente domanda di sovvenzione di Justin Esarey alla National Science Foundation (NSF). Ma Esarey, un assistente professore di scienze politiche alla Rice University di Houston, in Texas, non potrebbe essere più felice.

Esarey è stata una delle centinaia di ricercatori che ha ottimizzato le loro proposte in sospeso per accogliere una direttiva del Congresso secondo cui qualsiasi premio rilasciato dalla divisione della scienza politica di NSF deve promuovere la sicurezza nazionale o lo sviluppo economico. Il linguaggio, realizzato dal senatore Tom Coburn (R-OK), è stato adottato lo scorso marzo come emendamento a un disegno di legge che stabilisce il budget 2013 di NSF. (Come la maggior parte dei "cavalieri" di politica sulle bollette degli stanziamenti, si applicava solo a quell'anno fiscale).

In risposta, NSF ha annullato una gara di sovvenzioni pianificata per la scorsa estate, rinviata a nuovi premi e a novembre ricercatori notificati che chiunque cerchi finanziamenti nella prossima competizione dovrebbe spiegare "[il] rapporto della ricerca proposta a questi [due] obiettivi". La lettera diceva che NSF avrebbe continuato ad applicare i suoi due criteri tradizionali: merito intellettuale e impatti più ampi.

Esarey ha ascoltato il consiglio di NSF nella sua proposta, che descrive un "colloquio internazionale di metodi internazionali" online sull'applicazione dell'analisi quantitativa alla scienza politica. Invece di limitarsi a parlare del valore della serie di webinar ad altri ricercatori, Esarey ha aggiunto due paragrafi che spiegavano come le informazioni, archiviate e disponibili al pubblico, potrebbero anche attirare le persone nel campo in rapida crescita dei "big data", che dicono gli analisti del lavoro per i lavoratori. "In realtà non è stato molto difficile dimostrare che potrebbe essere un bene pubblico", afferma Esarey.

Questa affermazione potrebbe essere ancora vera. Ma probabilmente non influenzerà il modo in cui la proposta di Esarey sarà giudicata da NSF. Il termine per la richiesta di sussidi era il 15 gennaio, un giorno prima che il Congresso completasse l'azione su un conto di spesa del 2014 che copriva l'intero governo federale. Quel disegno di legge, che il 17 gennaio il presidente Barack Obama ha firmato in legge, non includeva l'emendamento di Coburn. "Siamo tutti lieti che questo non sia più un peso speciale per gli scienziati politici", afferma Esarey.

NSF intende gestire il nuovo ciclo di domande come se l'emendamento di Coburn non fosse mai esistito. "I relatori saranno invitati a rivedere le proposte contro i due criteri di revisione dei meriti di NSF, il merito intellettuale e gli impatti più ampi", spiega Debbie Wing dell'ufficio legislativo e degli affari pubblici della NSF. Alla domanda se l'agenzia terrà conto del materiale aggiuntivo dei ricercatori che si occupa dei due criteri di Coburn, Wing afferma che "i funzionari del programma NSF prenderanno in considerazione le informazioni fornite dagli investigatori di progetto su tutti i possibili impatti più ampi della loro ricerca, compresi potenziali impatti sulla sicurezza nazionale e interessi economici degli Stati Uniti ".

Questo approccio ha senso per Esarey. "[L'emendamento di Coburn] era un requisito legale dal 15 gennaio, quindi tutti noi siamo su basi uguali", dice. Riferendosi alla parte della sua domanda che affronta il modo in cui la sua sovvenzione aumenterebbe l'economia rafforzando la forza lavoro tecnica degli Stati Uniti, aggiunge: "Ho difficoltà a credere che contarrà contro di noi. La mia ipotesi è che non aiuterà né ferirà. "

Ciò che ferisce Esarey e altri politologi è il modo in cui i legislatori hanno deciso di aggiungere la loro voce a ciò che credono dovrebbe essere una discussione tra colleghi della scienza. "È valido per il Congresso affermare di voler favorire un'area di ricerca", afferma Esarey. "Ma questo non è il modo giusto per farlo."

Aaron Fobes, un portavoce di Coburn, dice che il suo capo "è preoccupato che il Congresso abbia nuovamente permesso ai fondi di ricerca scientifica scarso di andare a studi di scienze politiche a priorità inferiore." Ma Fobes ha rifiutato di dire se Coburn, che ha annunciato la scorsa settimana che si sta arrendendo il suo seggio al Senato a dicembre, proverà a reintrodurre le sue restrizioni quando il Congresso prenderà un conto di spesa 2015 entro la fine dell'anno. Un collega, il senatore Jeff Flake (R-AZ), ha proposto un linguaggio simile diversi anni fa, mentre un membro della Camera dei rappresentanti.

Il rappresentante Frank Wolf (R-VA), che presiede il gruppo di spesa della Camera che sovrintende al bilancio della NSF, ha detto Scienza Insider la settimana scorsa che "Sono a mio agio con dove siamo ora. Ma lo vedremo anche noi. "Wolf, che si è ritirato dal Congresso alla fine dell'anno, ha aggiunto che è" un grande sostenitore di NSF e che non voglio fare nulla per danneggiare NSF ".

Rick Wilson, un collega di Esarey a Rice, applaude NSF per la sua risposta all'emendamento di Coburn. "Penso che NSF sia stata brava a fare marcia indietro, e il risultato finale è stato positivo", afferma Wilson, che non ha presentato una proposta nell'ultimo round. "Anche se hai un bastone affilato, non dovresti colpire il nido del calabrone. Ma è un peccato che [la scienza politica] debba essere sacrificata per un anno ".

Loading ..

Recent Posts

Loading ..