U.N. Comitato consultivo scientifico inaugurato a Berlino

Nerd Uniti. Segretario U.N.

BERLINO- Cosa consiglia il capo consulente scientifico della Malesia, Abdul Hamid Zakri; Lo storico delle Barbados Hilary Beckles; e il fisico nucleare italiano Fabiola Gianotti hanno in comune? Sono tutti presenti nel nuovo Comitato consultivo scientifico delle Nazioni Unite, che è stato inaugurato questa mattina presso il Ministero degli Affari Esteri tedesco alla presenza del Segretario generale U.N. Ban Ki-moon.

Il bordo, annunciato per la prima volta in ottobre , consiste di 26 scienziati da tutto il mondo . "Questa commissione rappresenta alcune delle migliori competenze scientifiche del mondo", ha detto Ban alla cerimonia. "Fornirà una consulenza indispensabile sull'interfaccia tra scienza e politica per lo sviluppo sostenibile". Tuttavia, non è ancora chiaro quale sarà esattamente l'output del board. "Questo è quello che discuteremo a partire da oggi pomeriggio", dice Gianotti.

Il gruppo discuterà la sua agenda per i prossimi 2 anni oggi e domani. Una buona idea, dice Zakri, è di fornire una lista di obiettivi per lo sviluppo sostenibile su cui le Nazioni Unite possono concentrarsi dopo i cosiddetti Millennium Development Goals, concordati nel 2000, che si concludono nel 2015. "Abbiamo bisogno presto vince per dimostrare che siamo rilevanti ", dice Zakri. Gianotti concorda sul fatto che è importante "che il gruppo emetta una serie di raccomandazioni chiaramente scritte".

Anne Glover, che è diventata consigliere scientifico capo del presidente della Commissione europea nel 2012, afferma di essere "felice" che le Nazioni Unite ottengano il proprio comitato consultivo scientifico. "Sempre più governi e organizzazioni stanno riconoscendo il valore dell'integrazione sistematica dei consigli scientifici nel loro processo decisionale e, data la qualità dei membri, questa commissione avrà molto da offrire", dice Glover.

Altri sono cauti riguardo alla pertinenza del consiglio. "Ho visto molti comitati e non sempre finiscono per fornire qualcosa di concreto", dice la diplomatica israeliana Nobel Ada Yonath, anch'essa membro del nuovo consiglio. Un primo breve incontro di mercoledì sera ha mostrato quanto il gruppo fosse vario e ha abbassato le speranze di Yonath di raggiungere un risultato concreto. "Ma sono scettico per natura."

Loading ..

Recent Posts

Loading ..