UNIONE EUROPEA. La commissione parlamentare adotta restrizioni ridotte per la pesca in acque profonde

Un peschereccio a strascico spagnolo.

BRUXELLES- Dopo mesi di ritardi, la commissione per la pesca del Parlamento europeo approvato un rapporto ieri limitare le pratiche di pesca ritenute distruttive per gli ecosistemi delle acque profonde. Ma il comitato non ha appoggiato la proposta di vietare completamente la pesca a strascico e la pesca a fondo un'idea presentata dalla Commissione europea nel luglio dello scorso anno .

La pesca a strascico e la pesca temporanea sono metodi non selettivi che catturano dal 20% al 40% di pesci indesiderati, comprese le specie di acque profonde vulnerabili con lunghe durate e tassi di riproduzione lenti. Circa 300 scienziati marini hanno firmato a petizione a favore del divieto , pubblicato a giugno da un'organizzazione francese non governativa per la conservazione marina chiamata Bloom.

La commissione per la pesca ha convenuto di chiudere le aree dell'Atlantico nord-orientale note (o probabilmente) per ospitare ecosistemi marini vulnerabili, come spugne e coralli, alla pesca a strascico. "Queste aree sono i luoghi di riproduzione e di cura delle specie di acque profonde e la loro protezione sarà preziosa per il recupero degli stock di acque profonde", ha detto Kriton Arsenis, deputato socialdemocratico della Grecia che ha redatto la relazione della commissione, in una dichiarazione ieri .

Inoltre, il comitato ha introdotto regole più severe per la raccolta dei dati e una base scientifica più solida per stabilire limiti di cattura sostenibili. Ha anche lasciato la porta socchiusa per un phaseout generale dopo, ma solo dopo una valutazione dell'impatto degli attrezzi da pesca d'altura sulle specie fragili e sugli ecosistemi marini dopo 4 anni.

In una dichiarazione, Greenpeace ha detto che le misure proposte sono troppo deboli e i loro effetti incerti e che la pesca a strascico e la pesca a strascico dovrebbero essere bandite completamente. Questi metodi "contribuiscono solo a circa l'uno per cento delle catture totali dell'UE, ma assorbono milioni di euro in sussidi, distruggono vaste aree di fondali marini fragili e traboccano molte specie di acque profonde", ha affermato l'esperto di pesca di Greenpeace Saskia Richartz. .

Altri gruppi ambientalisti sono un po 'più ottimisti. La commissione vota il testimone a tutto il Parlamento, che è in procinto di votare sulla questione il prossimo mese. fioritura e Oceana , un'organizzazione per la conservazione a Madrid, spero che la plenaria - che di solito assume una posizione più radicale rispetto alla commissione per la pesca su questi temi - riconsidererà un divieto totale.

Ma ci sono ancora molti passi da fare prima che le restrizioni possano essere estese. Il Parlamento deve anche negoziare la legislazione con gli Stati membri, ei ministri della pesca non hanno nemmeno iniziato a discutere la questione. Fonti vicine ai negoziati affermano che la Francia e la Spagna, dove si basa la maggior parte delle attività di pesca a strascico di acque profonde europee, hanno bloccato il dossier.

Loading ..

Recent Posts

Loading ..